Aversa

Metropark: intervento del Comune e risposta di Rete Ferroviaria Italiana

P MazziniAVERSA. La ditta Metropark sarà convocata dalla Polizia Municipale di Aversa e gli verrà contestata la mancanza dell’esposizione del cosiddetto “cartello di cantiere”. Lo ha confermato ieri al nostro giornale l’assessore alla Poliza Muncipale Gino della Valle, dopo la questione sollevata dal Corriere di Aversa e Giugliano e da Pupia Tv,….

…… relativa al fatto che nell’area antistante la stazione ferroviaria gli agenti contestano sì giustamente le infrazioni agli automobilisti indisciplinati rispetto alla segnaletica stradale, apposta in zona proprio su richiesta della stessa azienda che sta eseguendo i lavori, ma che lo stesso non avveniva per la Metropark, relativa alla mancata esposizione del prescritto cartello cardine della trasparenza in materia di lavori edili, esso deve contere tutti i dati relativi a chi esegue e svolge i lavori. Chissà forse gli agenti non erano ancora intervenuti perchè oberati di lavoro. L’assessore Della Valle, che ha detto di aver avuto un proficuo colloquio in merito con il Comandante della Polizia municipale Stefano Guarino, ha anche fatto sapere che alla Metropark verrà esposta anche l’inefficienza del sistemi di entrata e di uscita del parcheggio, gestito dall’azienda del gruppo Rfi all’interno dello scalo ferroviario. L’amministratore comunale precisando che non pur non trattandosi di una competenza diretta dell’ente, quella relativa al parcheggio, sarà comunque cura dell’Amministrazione esaminare il caso perchè comunque reca nocumento ai cittadini che usufuiscono della stazione ferroviaria. Metropark ha fatto sapere di aver apposto il cartello a suo tempo, ma si è giustificata dicendo che qualcuno lo abbia divelto in un periodo di qualche settimana di stop dei lavori e che esso sarà prontamente messo al suo posto, strano che i vigili non lo hanno riscontrato prima. Per quanto riguarda il percheggio Metropark ha fatto sapere di aver eseguito delle prove di funzionamento dei tornelli, che adesso dovrebbero essere regolarmente funzionanti, e ci ha gentilmente chiesto le foto che dovumentavano il disagio che invieremo quanto prima. Questione chiusa: multe agli automobilisti indisciplinati sì, ma anche alle aziende che violano le regole. Con buona pace di quanti sostenevano che l’iniziativa, documentata dal nostro giornale, fosse solo un fatto strumentale.

Salvatore Pizzo – Corriere di Aversa e Giugliano.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico