Trentola Ducenta

L’opposizione: “Non parteciperemo al consiglio comunale”

Apicella e GriffoTRENTOLA DUCENTA. Il gruppo di opposizione “Libertà con il Polo” non parteciperà alla seduta del consiglio comunale in programma lunedì prossimo. Ad annunciarlo sono stati gli stessi consiglieri del gruppo nel corso di una conferenza stampa tenutasi giovedì sera in via Roma.

Erano presenti il capogruppo Giuseppe Apicella, l’ex sindaco Michele Griffo, Giuliano Pellegrino, Luigi Perfetto e Raffaele Marino. Unico assente Luciano Sagliocco, in vacanza. “Attendiamo risposte dalle autorità competenti circa l’andamento dell’ultima campagna elettorale. Nel frattempo, ci rifiutiamo di discutere con alcuni personaggi che, secondo noi, non dovrebbero sedere in consiglio”, ha riferito il capogruppo Apicella che già all’indomani dell’esito elettorale, assieme a Griffo e agli altri consiglieri, aveva espresso “seri dubbi” sulla campagna elettorale. “Non si tratta di mancanza di rispetto verso le istituzioni, il problema è che bisogna chiarire alcuni aspetti. Ci sono stati personaggi che durante i comizi hanno parlato di trasparenza e legalità, non credo che erano nelle condizioni di sponsorizzare certi valori”, ha aggiunto Griffo. L’opposizione ha poi tracciato un bilancio dell’operato dell’amministrazione Pagano in questi due mesi di mandato. “Finora tutto hanno fatto, tranne che porre in essere interventi a favore della collettività. Solo mero personalismo ed azioni per accontentare qualche Nicola Paganoamico”, ha detto il consigliere Marino. “Le uniche opere ed iniziative con finalità collettive poste in essere in questi due mesi erano già state programmate quand’ero sindaco”, ha poi sottolineato Griffo. “La rete idrica, la bonifica ambientale e altri progetti – ha continuato il consigliere provinciale di Forza Italia – portano la firma della mia amministrazione. Dunque, in sintesi, la maggioranza Pagano non ha fatto nulla, solo clientelismo, qualche lavoro pubblico a favore di alcuni consiglieri (vedi via Romaniello e la traversa campestre di piazzetta Pertini), incarichi ad amici e scontenti (vedi nomina nel nucleo di valutazione dell’avvocato Pellegrino e del non eletto Francesco Di Caprio) e piccole vendette verso qualche dipendente che non li ha votati”. Non è mancata nemmeno la vicenda del presunto abuso edilizio in via Roma, sollevato negli ultimi giorni proprio da Apicella. “Con una semplice Dia (dichiarazione inizio attività) si è proceduto all’abbattimento di un palazzo in pieno centro storico. – ha affermato il capogruppo – Non crediamo sia legale e non vogliamo che certi atteggiamenti, se non repressi, possano diventare esempio per altri cittadini e, pertanto, una cattiva abitudine. Premesso che noi non siamo contro le persone, ma contro il sistema, vogliamo dire all’ufficio tecnico di finirla di fare il bello e il cattivo tempo in materia edilizia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico