Trentola Ducenta

Abusivismo edilizio nel centro storico, allarme di Apicella

Giuseppe ApicellaTRENTOLA DUCENTA. “L’amministrazione deve agire contro l’abusivismo edilizio che si sta verificando nel centro storico di Ducenta”. Lo afferma il capogruppo dell’opposizione Giuseppe Apicella.

Da informazioni in suo possesso, sembra che alcuni interventi di edilizia privata, che si stanno effettuando nel centro storico, “non sono in possesso delle necessarie autorizzazioni a costruire da parte dell’ufficio tecnico comunale”. Apicella fa riferimento al sindaco Nicola Pagano: “Lui era concorde con me sul maggior controllo delle attività edilizie private nel centro storico, in particolare modo lungo via Roma, nel centro storico di Ducenta, tant’è che aveva manifestato la sua intenzione ad intervenire. Ad oggi, niente ci risulta sia stato fatto, o forse dei controlli ci sono stati ma non hanno portato a nulla”. Per l’ex candidato sindaco, se non verranno presi provvedimenti, “ci sarà un’alterazione illegale del centro storico della cittadina, a causa della modifica delle strutture esistenti”, soprattutto considerazione che finora non è stato redatto alcun piano di recupero della zona. E avverte: “Se non ci saranno interventi da parte dell’amministrazione, allora vuol dire che scenderemo in campo noi per non Nicola Paganoconsentire questi abusi”. Apicella poi apre una parentesi sul cimitero della zona di Ducenta, realizzato ex novo ma che necessità di opere di ultimazione. “Quando l’amministrazione renderà funzionante quel cimitero, anche perché ormai il cimitero di Trentola è saturo? La stessa amministrazione che farebbe bene ad espropriare e munire di marciapiede la strada che conduce al nuovo cimitero, perché è impossibile da raggiungere a piedi su strada pericolosa, nonché programmare la realizzazione di un parcheggio”. Infine, Apicella annuncia l’imminente apertura del movimento Libertà con il Polo, al fine di “continuare il discorso iniziato con la città in campagna elettorale e non disperdere la grande voglia di fare politica dei tanti sostenitori del centrodestra”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico