Caserta

Partiti gli interventi di bonifica ambientale nella provincia

Partiti gli interventi di bonifica ambientale, entro luglio anche a Lo UttaroCASERTA. “Con l’avvio delle attività di bonifica dei siti inquinati sul litorale domizio, fra i 49 inseriti nel Sito di interesse nazionale Litorale domizio-Flegreo e Agro Aversano, si può dire che cominciamo a dare le prime, concrete risposte sotto il profilo della normalizzazione ambientale delle nostre aree.

I lavori sono partiti sulle spiagge del litorale casertano (Baia Felice e Mondragone) e alla Sogeri di Castel Volturno, e vedono impegnati operai della Recam. Da settembre entreranno in azione anche quelli Jacorossi. Contiamo entro la fine di questo mese di dare il via anche alla bonifica del sito di trasferenza e di quello di stoccaggio in località Lo Uttaro di Caserta”. E’ quanto annunciato alla stampa dal presidente della Provincia e sub commissario per l’emergenza rifiuti in Terra di Lavoro, Sandro De Franciscis. Al capitolo del recupero e della messa in sicurezza delle aree più degradate sotto il profilo ambientale in provincia, De Franciscis ha aggiunto che “i passi successivi riguarderanno la bonifica dell’ex Foro Boario a Maddaloni e dell’area di Santa Veneranda a Marcianise”. Il presidente della Provincia ha incontrato i giornalisti di ritorno da Napoli, dove con il presidente della Regione, Antonio Bassolino, e il presidente della Provincia di Napoli, Dino Di Palma, ha fatto il punto della situazione anche in relazione ad una serie di provvedimenti assunti sempre oggi dalla Giunta regionale. A tale riguardo, De conferenza con Bassolino, De Franciscis, Di Palma e sindaciFranciscis ha annunciato lo stanziamento di un milione di euro destinato alla città di Caserta “per rafforzare il capitolo della raccolta differenziata, per la quale – ha ricordato il presidente della Provincia – va segnalata anche la partenza di un programma più incisivo da parte di tutti e quattro i Consorzi di bacino nei comuni di competenza”. Ancora in relazione alle misure adottate dalla Giunta regionale in tema di ambiente e salvaguardia della salute, De Franciscis ha annunciato che Caserta diverrà sede dell’Osservatorio regionale sulla sicurezza alimentare che sarà istituito presso l’Istituto zooprofilattico per il Mezzogiorno. “Vorrei sottolineare il mio apprezzamento – ha concluso De Franciscis – per la totale sintonia e collaborazione fra tutte le istituzioni, Commissariato per l’emergenza rifiuti, Regione Campania, Provincia e Prefettura di Caserta, nel tentativo di fornire risposte piene e interventi concreti alla voglia di normalità che si leva dalle comunità della nostra provincia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico