Caserta

Manager, spunta l’ipotesi Ceceri

Acconcia - De Franciscis - CeceriCASERTA. Scadrà tra tredici giorni, il termine fissato per presentare i curricula, per coloro che aspirano a ricoprire l’incarico di direttore generale alla Provincia ed è già partito il toto manager. Non c’è nessun nome certo, per il momento, solo indiscrezioni e chiacchiericcio, da corso Trieste.

Tra le voci che circolano sui nominativi dei potenziali manager della Provincia, spicca il nome di Chicco Ceceri, attuale assessore all’Urbanistica al Comune di Caserta, nominato dal sindaco Nicodemo Petteruti l’estate scorsa. Una personalità di spicco: noto avvocato amministrativista, conoscitore della macchina pubblica ed ex segretario del Ppi, consigliere comunale a Caserta per molto tempo, con un profilo che corrisponde a quello richiesto per ricoprire l’incarico del direttore generale della Provincia di Caserta, anche per il legame di fiducia che lo lega da sempre al presidente Sandro De Franciscis, del quale Ceceri è «consigliere». Ma, per il momento, il nome del noto avvocato casertano resta solo un’indiscrezione non confermata e non sostenuta neppure dalla presentazione di un proprio curriculum presso la segreteria della presidenza. Se l’ipotesi ventilata, però, dovesse verificarsi il dato certo è che Ceceri dovrebbe dimettersi dalla carica di assessore comunale, per evitare l’incompatibilità. Si aprirebbe in tal modo un altro scenario politico a palazzo Castropignano, non ancora definito e delimitato, con la possibilità di un rimpasto delle deleghe assessoriali comunali. Un’ipotesi, quest’ultima, tutta da verificare ed oggi ancora fumosa. I bene informati non tralasciano di evidenziare che sono, attualmente, in corso una serie di trattative, o almeno tentativi di trattative, sollecitate dai partiti di maggioranza nei confronti del presidente della Provincia, per verificare la possibilità di accesso alla poltrona di manager, o meglio, i margini per avanzare delle richieste. Una casella, quella del direttore generale, per il momento occupata da Alessandro Diana, nominato da De Franciscis direttore generale pro tempore, dopo le dimissioni di Anthony Acconcia. L’unico dato certo, per il momento, confermato da quasi tutti i capigruppo dei partiti che compongono il centrosinistra a corso Trieste, è che la scelta del nuovo direttore sarà effettuata dal presidente della Provincia, una nomina fiduciaria, che avverrà selezionando tutte le domande, corredate di dettagliato curriculum, che perverranno entro il 24 del mese corrente. L’identikit tracciato fino a questo momento specifica, che dovrà trattarsi di un manager di comprovata esperienza tecnico-amministrativa ed autorevole, a completare il quadro sarà il carattere di fiducia, che lo dovrà legare al leader della maggioranza De Franciscis.

Il Mattino (LIA PELUSO)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico