Caserta

Greco nomina l’esecutivo Ds Ma è polemica

DSCASERTA. Dopo l’elezione di Ubaldo Greco, lunedì scorso, come segretario provinciale della Quercia, da ieri, è stata resa ufficiale, anche la composizione della segreteria, della quale fanno parte, oltre al segretario e al coordinatore Nicola Ucciero, Dario Abbate, Rossella Borrelli, Annarita Fusco, Roberto Iavarone, Francesco Luongo, Generoso Paolella, Luigi Russo, Domenico Sbordone, Carlo Scatozza, Mario Vitale, Stefania Verde e, invitato di diritto, Pietropaolo Ciardiello.

Ubaldo GrecoDue posti in più, rispetto alle intenzioni d’origine, da dieci c’è stato l’allargamento a dodici e all’insegna del rinnovamento generazionale e facendo prevalere il rispetto della territorialità. Sono queste le linee-guida, che hanno condotto alla formazione della segreteria provinciale Ds. «L’esecutivo – si legge dalla nota inviata dalla federazione – verrà di volta in volta integrato dal contributo di rappresentanti del territorio e delle istituzioni al fine di rendere ampiamente partecipativo il processo di costruzione del Pd. L’impegno dell’esecutivo provinciale sarà prioritariamente concentrato a promuovere una partecipazione tanto autentica, quanto vasta, a tutte le tappe preparatorie per le elezioni della costituente del Pd e a portare contributi di elaborazione progettuale al manifesto, al programma ed alle regole di vita del Partito democratico». Ma sulla composizione dell’esecutivo non c’è accordo. Infatti, immediate sono state le reazioni del vice Nicola Ucciero: «È un atto illegittimo quello che ha fatto il segretario, perché è contrario al mandato congressuale e allo stesso statuto del partito che obbliga all’unitarietà della proposta».

Il Mattino (LIA PELUSO)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico