Campania

Santa Maria CV, amministrazione preoccupata per recrudescenza criminale

il sindaco Giancarlo GiudicianniSANTA MARIA CAPUA VETERE (Caserta). La tragica circostanza della scomparsa di Teresa Sferragatta nella giornata di mercoledì 18 ha posto al centro dei riflettori il problema criminalità sul territorio sammaritano.

Negli ultimi mesi diversi sono stati i casi di microcriminalità che si sono verificati che hanno coinvolto inermi cittadini. Prima dell’omicidio Sferragatta, la settimana scorsa, era stata la volta di una rapina alle poste durante la quale un dipendente, Biagio Antonacci, era stato tenuto in ostaggio da due balordi che, travestiti da netturbini si erano introdotti nell’ufficio per portare a termine il colpo. Ancora prima era stata una coppietta appartata ad essere stata rapinata e tornando indietro nel tempo era toccato ad una ragazzina subire un tentato sequestro da parte di un albanese in pieno centro storico. Alla luce di questi eventi l’amministrazione ha dovuto aprire gli occhi su di un fenomeno che preoccupa ancor più la popolazione sammaritana, che sempre viveva nell’illusione di abitare in una città ‘tranquilla’. Proprio per questo il sindaco Giancarlo Giudicianni, interpellato al riguardo, ha affermato che in settimana ha già in agenda un incontro con il capitano dei carabinieri della sezione di Santa Maria Capua Vetere, Carmine Rosciano, e con il dirigente del commissariato cittadino, Roberto Gentile, per fare il punto della situazione. “Dobbiamo incontrarci per capire come aumentare le sinergie fra carabinieri, polizia di stato e polizia municipale al fine di garantire una maggiore presenza delle forze dell’ordine sul territorio. Presenza – dichiara Giudicianni a ‘il Giornale di Caserta’ – che va aumentata soprattutto in quelle zone della città, come le periferie, dove maggiore è il senso di abbandono che percepiscono i cittadini”. Inoltre, il primo cittadino afferma che, in vista degli appuntamenti di settembre, ci sarà un consiglio comunale appositamente convocato per apportare cambiamenti al corpo dei vigili urbani, che allo stato attuale vivono una difficile situazione legata alla scarsità di uomini. Modifiche che dovrebbero passare per maggiori dotazioni per la prevenzione del crimine ed utilizzo, grazie a nuove dotazioni, di questi ultimi per la prevenzione sul territorio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico