Campania

Riduzione Tarsu, Consumatori affiancano il Comitato “Rifiutiamoci”

TarsuMONDRAGONE. “Esprimiamo soddisfazione per i numerosissimi cittadini di Mondragone che hanno raccolto la nostra iniziativa presentando all’Ufficio Tributi l’istanza per la riduzione della Tarsu”. Lo affermano i responsabili del Comitato Civico d’azione “Rifiutiamoci”.

A breve, sarà attivato uno sportello con la collaborazione delle sei associazioni dei consumatori aderenti: Federconsumatori, Adoc, Confcosumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Unione Italiana Consumatori. Ricordiamo che in data 28 Giugno il Comune ha affisso un manifesto di Avviso ai contribuenti, in sostituzione della risposta individuale ad ogni richiedente, in cui si rispondeva in modo negativo alle istanze presentate tendenti ad ottenere la riduzione della tassa ad una misura non superiore al 40% della tariffa per l’anno 2007 e per le annualità precedenti dal 2002 in avanti. Il Comitato Civico D’Azione “Rifiutiamoci”, attraverso un nuovo volantino e un pubblico manifesto, informa i cittadini di Mondragone che le motivazioni del mancato accoglimento delle istanze da parte dei responsabili del procedimento “sono assolutamente infondate”. “E’ necessario proseguire nella presentazione della fondata istanza per la riduzione della Tarsu, non lasciandosi fuorviare da sommarie interpretazioni della legislazione vigente e della giurisprudenza ed intimorire dalla minaccia dei Ruoli coattivi”, dicono dal MondragoneComitato per il quale “le istanze dovranno, obbligatoriamente, essere accettate dall’Ufficio Tributi, che dovrà protocollarle e consegnare il relativo numero di protocollo a chi le presenta; in alternativa esse potranno essere presentate e protocollate all’Ufficio Protocollo o inviate con Raccomandata A.R.. Importante è protocollare l’istanza per la notifica del documento presentato. Nel caso in cui ai Cittadini venga negato il diritto di consegnare e protocollare l’atto in questione, i dipendenti comunali, rei di tale omissione, sono perseguibili a norma di legge; quindi, i Cittadini possono richiedere l’intervento delle forze dell’ordine per far valere i propri diritti”. Se la risposta all’istanza dovesse essere ancora negativa, il Comitato annuncia che le Associazioni dei Consumatori – Federconsumatori, Adoc, Confcosumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Unione Italiana Consumatori, “sosterranno con le proprie organizzazioni i cittadini nel proseguire l’iniziativa in altre e più opportune sedi”, ed intanto fa presente che le istanze già presentate sono state moltissime, tanto da avere come immediato effetto “una efficienza mai vista in questi anni nella rimozione dei rifiuti”.

Leggi anche:

Il Comitato “Rifiutiamoci” propone riduzione Tarsu del 60%

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico