Campania

Mondragone aderisce al progetto Para-Cadute

 MONDRAGONE (Caserta). E’ partito dallo alcuni giorni fa il progetto pilota denominato “Para-Cadute”, relativo al reinserimento di ex detenuti beneficiari dell’indulto.

Il progetto, finanziato dal Ministero della Giustizia, dà la possibilità a quattro persone del nostro territorio di poter intraprendere un percorso di reinserimento nella società attraverso lo svolgimento di un corso formativo e lavorativo della durata di mesi sei. Il Comune di Mondragone è il primo Ente che dà l’avvio a questo progetto nell’ambito della Regione Campania; ciò è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra il Co.Re (Consorzio Cooperative Sociali di Napoli), il settore Servizi Sociali e l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Mondragone. L’Assessore all’Ambiente Giuseppe Piazza ha dichiarato: “Siamo stati tra i primi Comuni della Regione Campania ad aderire a questo progetto per il recupero di persone che hanno beneficiato dell’indulto dello scorso anno; dare la possibilità di riscatto a persone che hanno commesso si degli errori nel loro cammino, ma che sono pronte a dare una svolta alla loro vita cercando – di nuovo – l’insediamento a pieno titolo nella società. Avere la possibilità immediata di partecipare ad un progetto che permetta loro di riprendere il contatto con il mondo lavorativo è certamente cosa positiva. Si è deciso di assegnare loro il compito di pulizia e sorveglianza della villa comunale e di piazzale Conte, per lanciare un duplice messaggio; il primo: è quello di coinvolgere direttamente i partecipanti al progetto, alla salvaguardia di un’area pubblica che è il simbolo del turismo mondragonese, ma che è anche un punto di ritrovo di tutti i nostri giovani, il secondo è quello di portare all’attenzione di tutti, soprattutto dei giovani, che il bene pubblico va conservato e tutelato ad ogni costo; il progetto durerà solo sei mesi, ma l’auspicio dell’Amministrazione Comunale è quello che al termine dello stesso siano tutti i cittadini a proteggere la villa comunale da atti di vandalismo e da abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni genere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico