Aversa

Ospedale, Sindacati contro la Molese

Antonella MoleseAVERSA. Spuntano nuovi elementi contro l’inefficienza dell’ospedale Moscati ed in particolar modo del pronto soccorso normanno. Ad essere posto sul banco degli imputati è ancora una volta l’immobilismo del managmant sanitario.

Il 3 luglio scorso è stata richiesta, nei confronti della dottoressa Antonella Molese, direttore sanitario del presidio ospedaliero ‘San Giuseppe Moscati’ un’ordinanza sindacale “per non aver provveduto ad eliminare gli inconvenienti igienico-sanitari segnalati al Pronto Soccorso”. “In seguito ad un sopralluogo igienico-sanitario effettuato dalla dottoressa Giustina Siciliano e dottor Antonio Diana, afferenti all’Unità operativa di Prevenzione Collettiva del distretto 34 di Aversa, presso il Pronto Soccorso del presidio Ospedaliero Moscati, in data 3/07/07 è stato constatato che i lavori di adeguamento prescritti dallo stesso personale dell’Unità operativa di Prevenzione Collettiva sono stati realizzati solo in parte e pertanto si chiede di emettere ordinanza nei confronti della dottoressa Molese, al fine di ottenere il completamento dei lavori prescritti per l’igienicità del Pronto Soccorso”. Non è la prima volta che il Pronto Soccorso del nosocomio normanno si trova al centro delle polemiche per l’efficienza del suo funzionamento. Nei mesi scorsi numerosi sono stati i disservizi offerti. In primis l’assenza di personale medico e paramedico non ha che ha influito negativamente sull’andamento di uno dei pronto soccorsi più ‘visitato’ d’Italia. Le carenze della medicina d’urgenza sono state più volte segnalate da politici di diverso colore, da Forza Italia a Domenico CiaramellaRifondazione Comunista e anche dalla triade sindacale che proprio ieri dichiarava in un comunicato congiunto: “Il Moscati è allo sfascio, la Molese è un’incompetente”. Della richiesta di ordinanza sindacale nei confronti della direttrice sanitaria è stato investito il primo cittadino di Aversa Domenico Ciaramella: “Non ho ancora letto la richiesta dell’ordinanza ma mi attiverò per risolvere, laddove di mia competenza, le problematiche legate all’efficienza dell’ospedale Moscati ed in particolare del Pronto Soccorso, per tutelare la salute e l’incolumità degli aversani e di tutti gli abitanti del comprensorio che usufruiscono del Moscati. Già qualche mese fa ho avuto modo di parlare con la dottoressa Rosa Raucci, responsabile del Pronto Soccorso, che mi ha illustrato la delicata situazione, ma non sono intervenuto perché ero in campagna elettorale e le mie parole potevano essere strumentalizzate. Presto convocherò – continua Ciaramella – il comitato dei sindaci dell’agro per affrontare anche la delicata questione legata all’ospedale Moscati. Non mi nascondo dietro un dito –tuona il primo cittadino del capoluogo normanno- vogliamo alla guida dell’ospedale della nostra città gente qualificata”. Conclude il sindaco Ciaramella: “La direttrice Molese farebbe bene a prendere in considerazione le dimissioni, vista la sua palese inefficienza nel portare il pronto soccorso e l’ospedale tutto ad alti livelli di funzionalità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico