Aversa

I commercianti di via Diaz contro l’Ascom

Commercianti di via DiazAVERSA. “L’Ascom di Aversa ci ha praticamente abbandonati”. Questo è il grido lanciato, in particolar modo in questi giorni, dai commercianti del tratto che va dal Cinema Vittoria all’intersezione di via Corcioni.

Una situazione davvero particolare che coinvolge ben 24 esercizi commerciali, posti in una zona, molto trafficata, che collega la Variante 7 bis al centro di Aversa. “Non capiamo perché l’Ascom, alla quale siamo tutti regolarmente iscritti, non si faccia portatrice,alle riunioni,dei nostri bisogni e delle nostre richieste. Sembra quasi una situazione clientelare”, hanno dichiarato in rappresentanza dei 24 commercianti i signori Tina Vettone, titolare dell’oggettistica Eudora, Nicola Capone dell’omonima gioielleria, Elena Renzullo dell’abbigliamento Estensive e Tommaso Pezone, titolare degli esercizi Thomas ed Eco. “Siamo stanchi di subire solo traffico, smog e quanto altro. Non capiamo le tante difficoltà ad attuare una parziale e sperimentale isola pedonale, così come avviene per altre vie. Paghiamo le tasse come prima categoria, per intenderci via Roma, ma veniamo trattati come terza categoria. Oggi ci è arrivata l’ennesima scure sulla testa: una missiva a firma del comandante dei vigili Stefano Guarino che riferisce che a seguito di una riunione con l’Ascom duole evidenziare che la proposta non appare idonea a migliorare la viabilità nell’area in questione. Insomma l’ennesimo diniego. A noi sembra proprio che anche l’Ascom ci tratti come commercianti di serie B. Pensi che a noi commercianti, nel periodo ad esempio natalizio, quando per strada ci sono tante manifestazioni, la gente ci dice: ma a via Diaz l’isola pedonale non c’è. E vallo a spiegare. Oltre il danno la beffa. Il commercio qui sta morendo e questo grazie unicamente a chi non perora le nostre cause, a chi non si interessa di chiedere, con tutte le forze, l’attuazione di norme che ci tutelino”. Qui lo sfogo di tanti commercianti della zona che hanno promesso forti ed incisivi atti dimostrativi presso la Casa Comunale. Replica alle accuse il presidente dell’Ascom Confcommercio Franco Candia che precisa: “Mi è stato chiesto di fare una riunione sul problema di via Diaz, ne ho fatte ben tre, perché due erano andate deserte, ho redatto il verbale e mandato tutto al comandante Guarino. Lo stesso ha ritenuto non idonea la creazione dell’isola pedonale a causa della deviazione di tutto il traffico lungo via Concioni, a scapito di via Andreozzi. Mi accusano di non occuparmi di loro, mentre ho fatto e farò sempre tutto ciò che è istituzionalmente in mio potere per salvaguardare gli interessi dei commercianti della zona”.

I commercianti di via Diaz

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico