Aversa

Dopo la protesta di Nappa ripulita l’area ex Alifana

Ludovico NappaAVERSA. Forse non arriverà la riviera di oleandri ma, a quanto pare, la proposta-protesta diffusa on line grazie a Pupia dall’architetto Ludovico Nappa ha colto nel segno.

Denunciare pubblicamente lo stato d’incuria in cui è stata tenuta l’area di circa trecento metri occupata dal percorso in disuso della vecchia ferrovia Alifana, sopraelevata rispetto al piano stradale di via Vito di Iasi, trasformata in un deposito di rifiuti seminascosti da rovi e erbaccia, è servito. Da lunedì una squadra di operatori del consorzio Geo Eco è al lavoro per ripulire la zona e renderla “vivibile”. Proprio così “vivibile” perché, come ricordò Nappa, nelle intenzioni dell’amministrazione l’ex percorso ferroviario dovrebbe trasformarsi in pista ciclabile. Realizzando con oltre dieci anni di ritardo quanto era stato proposto dall’ex onorevole Mario Gatto, già all’indomani dell’elezione al parlamento, all’allora sindaco della città. Dieci anni e passa di ritardo sono tanti ma ben venga la pista ciclabile, se questo fosse davvero il destino dell’ex percorso ferroviario. Comunque sia c’è di fatto che l’aver sollevato la questione, mettendo in evidenza il problema di competenza su chi tra ex Ferrovia Alifana, proprietaria dell’area, e Geo Eco, contrattualmente tenuta a garantire la pulizia delle aree verdi cittadine, ha stimolato i due Enti a trovare una soluzione. E da lunedì quell’area è soggetta ad una azione di bonifica. Ovviamente, perché duri, occorre la collaborazione dei cittadini. “Le condizioni in cui versa l’area sono colpa innanzitutto della gente che –affermò Nappa – getta ogni genere di rifiuti nell’erba selvatica nata lungo tutto l’ex percorso ferroviario. Se a questo si aggiunge che le caditoie realizzate per favorire il deflusso dell’acqua piovana sono perennemente intasate è normale – osservava – che la striscia di strada diventi simile ad una discarica”. Una situazione che grazie all’intervento del Geo Eco sta per cambiare e magari, dopo, potranno arrivare anche gli oleandri disposti in filari creando, con gli alberi presenti su entrambi i lati di via Di Iasi, un percorso d’accesso alla città ricco di verde.

Operai GeoEco ripuliscono l'area dell'ex alifana

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico