Aversa

Del Franco (Ds): “Più Aversa nel PD casertano”

Francesco Del FrancoAVERSA. “Il centro-sinistra aversano e dell’agro, e quindi il futuro PD aversano, è in forte credito con la politica provinciale e regionale, vittima da anni di alchimie e accordi vari presi sulle nostre teste e tenendoci in vario modo sempre in situazioni di subordinazione alle logiche casertane e napoletane.

Con il PD, e quindi con una sorta di anno zero, è arrivato il momento di battere il pugno sul tavolo provinciale e regionale e far valere le nostre istanze, per la giusta visibilità e peso che deve avere una città come Aversa. Per questo quindi è da diverso tempo ormai che abbiamo messo in moto un lavoro di organizzazione e ampliamento dei contatti, nonchè di discussione sui principi, contenuti e obiettivi per la costituzione del Partito Democratico aversano, con le varie anime del futuro Partito Democratico e cioè DS, Margherita, Italia di Mezzo, associazionismo e società civile e con tutte le cariche istituzionali che esprimiamo. Al più presto organizzeremo incontri ufficiali per la costituzione del Comitato per il Partito Democratico ad Aversa e del collegio, così inizieremo a farci conoscere dall’opinione pubblica e soprattutto confrontarci e far confrontare pubblicamente le varie forze politiche del nostro territorio. C’è bisogno ad Aversa, come in tutte le altre realtà, di rifondare e ricreare una classe politica di centro-sinistra, in grado di capire la società civile, anticipandone gli sviluppi. Il Partito Democratico è una grande occasione per crescere, per partire da zero, per coinvolgere la gente, e staccarla dal “pre-politico” per portarla al suo interno. Il PD è un progetto ambizioso, grande, che porterà al Paese crescita e sviluppo. Ma per nascere e crescere non deve essere la mera sintesi di Ds e Dl, bensì qualcosa di più, portando al suo interno soprattutto persone capaci e volenterose, gente che vuole mettersi in gioco, cosa che stiamo facendo e continueremo a fare con tutti i cittadini aversani e dell’agro. L’appello che faccio è nei confronti di tutti coloro i quali non credono in una fasulla “autonomia”, di quanti non credono nella politica del libero mercato, classista e privilegiata. L’appello va a tutti coloro che credono in una società democratica, partecipata, libera e dinamica. Stiamo lavorando quindi per far sì che il PD di Aversa sia non solo parte del PD casertano, ma il traino, la guida (con Caserta), del PD provinciale casertano, insomma abbia la valenza e rappresentanza giusta che deve avere la seconda città della provincia a tutti i livelli, dalle quali istanze non si può prescindere mai ed in nessun modo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico