Aversa

Brutto incidente tra Via Giotto e Via Ligabue

Il luogo dell'incidente tra via Ligabue e Via GiottoAVERSA. Domenica sera, intorno alle 23.30, tra via Ligabue e via Giotto, è avvenuto un brutto incidente che ha coinvolto un giovane ragazzo di Trentola Ducenta.
Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente. Secondo i testimoni, il ragazzo mentre si trovava a bordo della sua MV Augusta Brutal in direzione di via Giotto ha perso il controllo della moto e, non riuscendo a frenare, è arrivato all’incrocio a forte velocità, ciò ha comportato una doppia collisione: la moto prima si è schiantata violentemente sulla ringhiera di un palazzo e poi è rimbalzata sulla parte anteriore di una Mercedes Classe E, con a bordo due coniugi, che in quel momento si dirigeva da Via Giotto verso il Bernini Center.

Incidente via delle AcacieSe per attendere un’auto della polizia si è dovuto aspettare fino all’1.30, immediati sono stati i soccorsi sanitari del 118. Il ragazzo è stato prima trasportato all’Ospedale Moscati di Aversa dove gli è stato riscontrato un truma cranico, da valutare lo stato della milza per un possibile intervento.

Purtroppo gli incidenti nella zona tra via Ligabue, via Giotto, via Salvo D’Aquisto e via delle Acacie sono molto frequenti, le strade sprovviste di dossi o di qualsiasi altro dissuasore di velocità spesso sono percorse a folle velocità da automobilisti e motociclisti indisciplinati che mettono a repentaglio la loro sicurezza e quella di residenti e passanti. Pochi mesi fa, nei pressi dell’affollatissimo bar Leonardo da Vinci, avvenne un altro grave incidente in cui una macchina, impennando incredibilmente, si ritrovò sui pericolosissimi paletti in cemento che si trovano ai lati di via delle Acacie (vedi le foto). Quella volta per fortuna non ci furono gravi conseguenze né per il conducente né i numerosi passanti che ogni sera affollano la strada.

Incidente via delle Acacie

A nulla servono le proteste dei residenti che da anni lamentano l’assoluta mancanza della vigilanza e dei dissuasori di velocità. Chissà cosa dovrà accadere per convincere l’amministrazione comunale a prendere misure adeguate contro la possibilità di nuovi incidenti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico