Teverola

Caputo invita Lusini a sospendere il mercato settimanale

rifiuti in stradaTEVEROLA. Dopo l’allarme lanciato da alcuni dirigenti dell’Asl Napoli 5, che hanno invitato i sindaci a sospendere tutti i mercati e le manifestazioni pubbliche, per tutelare la salute dei cittadini in questa grave fase di emergenza rifiuti, il consigliere regionale Nicola Caputo interviene sulla drammatica situazione igienico-sanitaria di Teverola.

Sulla esasperata condizione teverolese, Caputo ha già focalizzato l’attenzione, in svariate occasioni, chiedendo con determinazione una maggiore attenzione dell’amministrazione comunale. “In presenza di ingenti quantità di rifiuti in strada, sarebbe il caso di limitare le possibilità di contatto con i cittadini. Si tratta di una regola di buon senso, riconosciuta dallo stesso assessore regionale alla sanità Montemarano, dice Caputo, che sottolinea: “Attualmente la fiera settimanale di Teverola si svolge in uno dei siti più inquinati dell’agro aversano. Proprio a pochi metri dal cimitero, la cui area circostante si è trasformata in una discarica a cielo aperto e vicino a via Piro Consortile, la strada che segna il confine con Casaluce, dove i Nicola Caputocumuli di immondizia ormai rendono difficile anche il transito veicolare. E questo senza voler tener conto che in prossimità dell’area mercato, c’è anche il pericolo amianto, legato all’ex stazione della linea ferroviaria. Lastre di eternit in frantumi sono ormai parte dell’arredo urbano”. L’esponente del consesso campano ancora una volta si rivolge al primo cittadino, Biagio Lusini, invitandolo ad “attuare misure mirate alla tutela della popolazione, messa fortemente a rischio. Oltre alla fiera settimanale, sarebbe il caso di impedire anche la vendita all’esterno di frutta e ortaggi in un luogo dove la diossina liberata dagli incendi è presente in quantità notevoli”. I riflettori sono puntati ancora una volta sul monitoraggio atmosferico. “L’amministrazione continua a decantare un’attività di controllo, che tuttavia non ci sembra affatto venga svolta in maniera adeguata”, dice Caputo, che usa toni duri. “Sindaco e maggioranza sono impegnati solo sul fronte delle concessioni edilizie. – dice l’esponente dell’Udeur – Tante case, contro ogni criterio di sostenibilità, e nessuna attenzione per la salute della popolazione”. Per strada ci sono tanti ambulanti che vendono prodotti alimentari. “Quali precauzioni e controlli sono stati disposti per limitare il rischio di contaminazione?”, si chiede Caputo, in attesa di una risposta che possa offrire un segnale di speranza ai cittadini di Teverola. Perentoria la conclusione: “Intervenire al più presto con misure concrete è un atto necessario, che ogni amministrazione responsabile dovrebbe garantire”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico