Orta di Atella

Entro agosto tutti i comuni ai raggi X

OrtaIl monitoraggio satellitare contro l’abusivismo edilizio, già avviato per 15 comuni, entro agosto 2007 sarà esteso a tutti i comuni del territorio regionale. L’annuncio è stato fatto ieri, nel corso della presentazione del progetto Mistrals (Monitoraggio da immagini satellitari del territorio per la rilevazione di abusi su larga scala) al Parco sul Mare di Villa Favorita, sede di rappresentanza della Regione Campania.

Orta di AtellaDopo aver siglato un protocollo d’intesa con l’assessorato all’Urbanistica della Regione Campania nel 2005, la stazione satellitare Marsec (centro di ricerca promosso e finanziato dalla Provincia di Benevento) cui spetta il compito di elaborare le immagini satellitari, ha reso disponibili le osservazioni per i primi 15 comuni rispettivamente 2 in provincia di Napoli, Caivano e Casalnuovo; 13 in provincia di Caserta, Capodrise, Casagiove, Casapulla, Caserta, Curti, Macerata Campania, Marcianise, Orta di Atella, Portico di Caserta, Recale, S.Marco Evangelista, S.Nicola La Strada, San Prisco. Il progetto è uno strumento di alta tecnologia accessibile dai comuni attraverso un sito internet collegato al portale web regionale, con il supporto tecnico-amministrativo del settore urbanistica della regione. Ad ogni Comune viene data una password per l’accesso protetto ai dati. Le rilevazioni satellitari consentiranno ai comuni di trarre immagini e cartografie costantemente aggiornate per gli usi di controllo e pianificazione del territorio, come l’elaborazione dei piani urbanistici comunali, e la valutazione ambientale strategica. “Da quando abbiamo cominciato a lavorare — spiega l’assessore regionale all’Urbanistica, Gabriella Cundari — c’è stata una scoperta di abusi sul territorio. Se facciamo fronte comune tra istituzioni regionali, comunali, procure, sarà più facile ridurre questa piaga”. “Mettiamo in campo uno strumento potente di lotta e di contrasto dell’abusivismo — aggiunge il presidente della Regione Antonio Bassolino —. Nessun comune potrà dire ‘non me ne sono accorto, non sapevo niente’. Le manomissioni illegali del territorio saranno sotto gli occhi di tutti. La stazione satellitare sannita – dice il governatore – è l’unico centro di tele-rilevamento in Italia a gestire e controllare l’intera filiera produttiva: dall’acquisizione delle immagini fino alla distribuzione dei risultati tramite internet”. Considera essenziale la lotta contro l’abusivismo anche il sindaco di Ercolano, Nino Daniele, che spiega: “Nella sola Ercolano giacciono 6mila pratiche di condono e questo dimostra quanto sia complesso il fenomeno”. Il presidente della Provincia di Benevento Carmine Nardone si, infine, soffermato sull’importanza del progetto” e sui risultati ottenuti grazie all’“impegno dei ricercatori del Marsec”.

Il Denaro

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico