Orta di Atella

Del Prete e Minichino varano il piano-scuola

scuolaORTA DI ATELLA. A pochi giorni dalla fine dell’anno scolastico, il sindaco di Orta di Atella, Salvatore Del Prete, di concerto con la titolare della Pubblica istruzione, Rosa Minichino, traccia un piano da attuare durante la pausa estiva per arrivare ai primi di settembre, periodo in cui le attività didattiche riprenderanno a pieno regime, senza alcun intoppo e problema di sorta.

Attraverso una dettagliata e accurata campagna di manutenzione e miglioramento che sarà condotta su tutti gli istituti scolastici della cittadina atellana, l’obiettivo è quello di promuovere una scuola sempre più al passo coi tempi. Spiega il primo cittadino ortese: “Anche durante la pausa estiva la nostra priorità sarà quella di mantenere alta la guardia per garantire, fin dalla ripresa delle attività didattiche, quella efficienza che, ormai, è il leit-motiv della nostra azione amministrativa. Anche l’anno scolastico appena concluso ha evidenziato la bontà della nostra progettualità in ambito scolastico, per cui il nostro preciso obiettivo è di giungere alla nascita di strutture sempre più funzionanti sotto il profilo qualitativo, rispondendo ai migliori standards”. Quello il sindaco Del Preteche verrà, in effetti, si prospetta essere un anno fondamentale sotto molteplici punti di vista. Tra riforme sempre all’ordine del giorno, e una società figlia sempre più del progresso tecnologico c’è la necessità di garantire maggiore preparazione e competitività. Il sindaco ne ha la piena consapevolezza. E per garantire ciò l’amministrazione cittadina ha varato una serie di interventi di manutenzione e miglioramento su tutti i plessi esistenti sul territorio relativa al miglioramento della fruibilità degli istituti scolastici presenti sul territorio comunale di Orta di Atella. Dati inequivocabili che confermano come il livello di guardia dell’amministrazione siglata Del Prete verso la scuola sia sempre alto. Il processo di crescita in tal senso è stato sempre costante negli ultimi anni: si è partiti con l’abolizione del doppio turno, caso raro nell’agro aversano, passando per il servizio di refezione scolastica, per il trasporto scolastico e la fornitura dei libri di testo. La volontà dell’amministrazione comunale è comunque quella di non fermarsi qui: il reale obiettivo, infatti, è di portare avanti un ciclo d’interventi per rendere tutti e cinque gli istituti scolastici ancora più sicuri ed efficienti ad accrescerne qualità e fruibilità.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico