Orta di Atella

Brancaccio: “Mai ricevuto appartamenti”

Procura di Santa Maria Capua VetereORTA DI ATELLA. Di nuovo in Procura ieri il consigliere regionale Angelo Brancaccio. I due sostituti della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, titolari dell’inchiesta, Alessandro Cimmino e Luigi Landolfi, convocano di nuovo il politico diessino (detenuto ai domiciliari) al quarto piano del palazzo di giustizia per ottenere ulteriori chiarimenti.

Incessantemente i due pm lo incalzano, chiedendoli di quattro appartamenti che Brancaccio avrebbe ottenuto a titolo estorsivo. Vogliono sapere in che modo li ha acquisiti. L’ex sindaco risponde in maniera altrettanto perentoria di non aver mai ricevuto nulla: “Ma quali appartamenti? Dove li avrei nascosti?”. I pm gli chiedono conto anche della vicenda relativa alla presunta corruzione del maresciallo Iannini della stazione Carabinieri di Castello di Cisterna, Napoli, (nell’ambito dell’ordinanza bis, capo d’imputazione su cui Brancaccio si è avvalso della facoltà di non rispondere). I pm non gradiscono che la versione di Brancaccio coincida con quanto ha dichiarato il maresciallo Iannini due settimane fa, momenti di tensione stemprati dall’esperienza dei due difensori, Michele Basile e Maurizio Abbate. Oggi ci sarà la decisione del Riesame per questa seconda ordinanza che vede Brancaccio accusato di calunnia.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Il teatro come risposta al razzismo: i ragazzi del Liceo 'Massimo' di Roma in scena a Maiano di Sessa Aurunca - https://t.co/B6pk2ZbEXD

A Capri arrivano 100 scacchisti per il torneo internazionale intitolato a Lenin - https://t.co/R2LTiCIYy5

Strage di San Marco in Lamis: arrestato uno dei killer - https://t.co/uKHKewnXeh

Roma, ritrovati dipinti del '600 rubati ai Parioli - https://t.co/9bD7hw89N4

Condividi con un amico