Orta di Atella

Arresto D”Ambra, operai senza stipendio

incerto il futuro degli operaiORTA DI ATELLA. La Filca-Cisl di Caserta esprime forte preoccupazione per il destino di 30 dipendenti del gruppo CD srl e CO.GE. di Orta di Atella, ch da oltre 15 giorni sono in attesa di ricevere le loro spettanze e che rischiano di perdere il lavoro a seguito delle vicende giudiziarie che hanno coinvolto uno dei titolari Antonio D’Ambra.

Quest’ultimo, come è noto, è stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta a carico del consigliere regionale ed ex sindaco di Orta, Angelo Brancaccio. “Preoccupati, – si legge in una nota – i lavoratori ribadiscono piena fiducia e sostegno all’opera della magistratura e ne sollecitano un percorso breve e veloce di accertamento delle responsabilità, in modo da poter avere un quadro chiaro circa il futuro dell’azienda e dei lavoratori. Intanto, le famiglie nono possono né devono pagare il conto di quanto sta accadendo”. La Filca-Cisl poi ribadisce che la cessazione della disponibilità degli istituti di credito verso il gruppo e la mancanza delle forniture di materie prime hanno già causato la sospensione delle attività di alcuni cantieri con prospettive di definitiva chiusura. “Oggi – conclude la nota – i lavoratori, insieme alla Filca, presenti il segretario generale Giovanni Letizia e Nicola Iovinella, daranno vita ad una manifestazione lungo la provinciale Orta-Marcianise”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico