Italia

De Franciscis: “Fiducia nei magistrati ma stop allo sciacallaggio”

Sandro De FranciscisCASERTA. “Esprimo sentimenti di umana vicinanza agli esponenti di questa Amministrazione colpiti dai provvedimenti giudiziari emessi oggi dall’Ufficio Gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere”. Lo afferma il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis, alla luce dell’arresto di Anthony Acconcia, direttore generale della Provincia (ai domiciliari) e di due consiglieri provinciali dell’Udeur Domenico Bove e Giacomo Caterino.

Anthony Acconcia“Al direttore generale della Provincia – dichiara De Franciscis in una nota – rinnovo inoltre i sensi di immutate stima e amicizia, convinto come sono che egli saprà dimostrare la sua totale estraneità alle accuse che gli vengono contestate”. “L’auspicio mio, che è poi quello che mi è stato in queste ore affidato da tutta la maggioranza che sostiene questa esperienza amministrativa – prosegue De Franciscis – è che il lavoro di accertamento della magistratura si concluda nel più breve tempo possibile in modo da far emergere la verità”. De Franciscis conclude: “É spiacevole e di dubbio gusto che qualcuno della opposta coalizione, dove pure registro civili e corrette attestazioni di solidarietà personale, voglia strumentalizzare i termini di questa vicenda. Se accadesse, come mi pare purtroppo sia già accaduto in queste ore, si tratterebbe solo di sciacallaggio. Del perpetuarsi, ovvero, di quella puntuale liturgia che si ripete alla vigilia delle scadenze elettorali di infangare oltre ogni limite consentito dalla decenza gli avversari politici. Ribadisco, pertanto, la mia piena fiducia nell’opera degli inquirenti il cui risultato non può né deve essere condizionato in alcun modo”.

Sull’argomento leggi anche:

Arrestati direttore generale della Provincia e alcuni consiglieri

Inchiesta su Alvignano, il PRC teme strumentalizzazioni in vista dei ballottaggi

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico