Caserta

Progetto “Musica per la Pace” pro Unicef bambini Palestina

UNICEFCASERTA. Progetto “Musica per la Pace” pro Unicef bambiniPalestina:duecento artisti in un cd di beneficenza. Si va dagli Avion Travel alla Nuova Compagnia di Canto Popolare, gruppi storici della nostra provincia.

Ma ci sono anche Pietro Condorelli, una delle punte di diamante del jazz italiano, e Gianni D’Argenzio, brillante jazzista casertano. Non mancano talenti come Antonio De Innocentis, chitarrista molto apprezzato a livello internazionale, ed Enzo De Rosa, autore di numerose colonne sonore per importanti produzioni televisive. Presente il gruppo dei Corepolis, formazione di musica tradizionale ed etnica molto attiva anche all’estero. Ad essi si aggiungono talenti più giovani, come Cristina Zitiello, Enzo Vitale ed Alessandra Naskà, oltre che la cantautrice per la PaceAgnese Ginocchio, da anni portavoce della nonviolenza e della legalità. Sono soltanto alcuni dei circa 200 artisti coinvolti nella realizzazione di un cd pro Unicef dal titolo ancora provvisorio di «Musica per la pace», prodotto dall’ associazione culturale Euterpe e realizzato da Casertamusica. Terra di Lavoro, ma anche Terra di artisti. Ed ecco che l’idea nasce proprio dall’arte, in particolare Avion Traveldalla musica: produrre un cd che abbia come filo conduttore il tema della pace e della fratellanza nel rispetto delle diversità culturali, i cui proventi saranno destinati all’iniziativa «Bambini di Palestina», promossa dall’Unicef in favore di quei minori che vivono in zone particolarmente martoriate dalla guerra, come la Cisgiordania e la Striscia di Gaza. Grazie alla generosità e alla disponibilità dei numerosissimi artisti casertani che hanno aderito al progetto, si è arrivati a realizzare un doppio cd contenente ben 32 tracce originali. Una vera e propria pietra miliare del nostro panorama musicale, dal momento che per la prima volta in un cd vengono riunite le migliori voci della nostra provincia. Molti dei musicisti coinvolti hanno donato un brano, realizzandolo in proprio. Altri, come gli Avion Travel, hanno rinunciato al budget messo loro a disposizione per consentire anche ad altri artisti di prendere parte all’iniziativa. Un riscontro perfettamente in linea con le finalità benefiche del progetto, dunque. Un cd creato per i bambini non poteva non dare spazio anche ai piccoli artisti della nostra provincia. Non pochi musicisti si sono infatti avvalsi del contributo del coro dell’Accademia musicale Città di Caserta e dell’orchestra di archi della scuola di musica Suzuki di Casagiove. Ma il progetto ha coinvolto anche le scuole, con la partecipazione degli alunni della classe a indirizzo musicale dell’istituto casertano Ruggiero. Insomma, la scena musicale casertana si è interamente mobilitata per la realizzazione del cd, «ed è solo per questione di spazio che molti artisti potranno dare il proprio contributo solo in una delle prossime edizioni dell’iniziativa». Durante la conferenza stampa di presentazione dello stato di avanzamento dei lavori per la realizzazione del disco, tenutasi ieri a Villa Vitrone e presieduta dal presidente regionale per l’Unicef Margherita Dini Ciacci, è stato proiettato un documentario, realizzato negli ultimi giorni, in cui sono illustrate tutte le fasi di lavorazione del cd, la cui uscita è prevista in autunno. Il pubblico ha potuto gustare anche un’esibizione dei Corepolis accompagnati dal coro dell’accademia musicale Città di Caserta, una delle tracce contenuta nel cd. È possibile aderire all’iniziativa «Bambini della Palestina», contattando l’associazione Euterpe al numero 0823.1870796. «Quello che facciamo è soltanto una goccia nell’Oceano – diceva Madre Teresa – ma se non ci fosse quella goccia all’Oceano mancherebbe».

Il Mattino (Rosa Anna Buonomo)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico