Caserta

Lettieri: «Non mi lascio intimidire dalla bomba»

Andrea LettieriCASERTA. «Ringrazio tutti coloro che mi stanno dimostrando la propria vicinanza. A loro dico di restare tranquilli e di dimenticare quanto è accaduto perché, ripeto, è un episodio isolato riconducibile a qualche balordo».

Il sindaco di Gricignano e assessore provinciale ai Lavori pubblici, Andrea Lettieri, non si aspettava tanta solidarietà, dopo l’attentato della notte tra mercoledì e giovedì. E anche per questo sente il bisogno, innanzitutto, di ringraziare tutti, cittadini e politici, e di tranquillizzarli, come del resto ha già fatto nelle ore successive al grave episodio. Intorno alle 0,45 di giovedì è stata fatta saltare una bomba davanti all’abitazione del sindaco in via Sturzo. Casa LettieriPochi i danni, per fortuna nessun ferito, ma tanta paura, e la preoccupazione che dietro al raid ci sia la mano della criminalità organizzata con l’obiettivo di condizionare l’attività amministrativa a livello comunale o provinciale. Ma sulla matrice dell’attentato Lettieri ha subito minimizzato: «Si tratta del vile atto di qualche balordo. Escludo, pertanto, qualsiasi legame tra l’episodio e l’attività del sottoscritto e dell’amministrazione comunale». E proprio per sgombrare il campo da qualsiasi ipotesi inquietante il primo cittadino, ieri mattina avvicinato prima di entrare al municipio da numerosi cittadini, ha ribadito che «rappresentare le istituzioni a volte comporta anche subire atti del genere, ma io vado avanti, sia in Comune che in Provincia, con la stessa serenità e la stessa voglia di fare che mi hanno sempre supportato». Ma se Lettieri è sereno, sul versante investigativo proseguono le indagini. Al momento gli inquirenti non escludono alcuna pista: dall’avvertimento della camorra legato all’impegno politico; all’attività lavorativa del sindaco e assessore provinciale. Gli inquirenti stanno passando al vaglio le immagini del filmato del sistema di videosorveglianza di cui è munita la casa di Lettieri. La polizia scientifica ha sequestrato l’hard disk della telecamera, e sta guardando e riguardando le immagini, in cui si nota un giovane, probabilmente tra i 25 e i 30 anni, che colloca l’ordigno davanti all’abitazione. Poi si dà alla fuga su un’auto che non viene ripresa dalla telecamera. Durante il posizionamento della bomba il malvivente è sempre di spalle, per cui non è identificabile. L’unica certezza è che la vettura si immette in via Sturzo da corso Umberto I, con a bordo due o più persone; infatti quando uno dei banditi scende dall’auto e si avvicina al cancello d’ingresso dell’abitazione del sindaco per collocare l’ordigno, si notano le luci rosse dello stop del veicolo, che si accendono a intermittenza. Dopo pochi minuti l’esplosione che squarcia il silenzio della notte. Dicevamo tanti attestati di solidarietà che anche nella giornata di ieri sono giunti al primo cittadino di Gricignano dalle amministrazioni locali dell’Agro. Il sindaco di Aversa Domenico Ciaramella, esprimendo vicinanza al «sindaco-cugino Andrea Lettieri, lo esorta a non aver paura e continuare a combattere questi atteggiamenti della malavita. Caro Andrea non scoraggiarti, continua ad essere la persona onesta, forte e combattiva che sei sempre stata».

Il Mattino (ENRICA MANGIACAPRE)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico