Caserta

Festa della Repubblica a Caserta

Monumento ai CadutiCASERTA. I giovani e le istituzioni. Su questo tema è ritornato il sindaco Nicodemo Petteruti, in occasione della Festa del 2 giugno, celebrazione del 61° anniversario della fondazione della Repubblica Italiana, rimarcando l’importanza della partecipazione e del maggior coinvolgimento possibile alle iniziative programmate, da parte dei cittadini più giovani.

2 giugno“Nella giornata del 2 giugno, data fondamentale della nostra storia, – ha dichiarato – è necessario riconfermare in maniera chiara i valori che sono alla base della nostra Repubblica, il concetto di nazionalità e quello di cittadinanza democratica. Il 2 giugno rappresenta l’occasione, per avvicinarsi agli organi istituzionali e militari; esserci è importante per sviluppare in tutti noi lo spirito di appartenenza e l’impegno civico”. Sul ruolo fondamentale delle Forze Armate, garanzia insostituibile di libertà e di indipendenza e sulla loro leale adesione alla Repubblica Italiana, si è soffermato il Generale Iannuccelli, Comandante della Brigata Bersaglieri Garibaldi che ha dichiarato: “Le forze armate affondano le loro radici nella tradizione militare delle prime repubbliche italiane, nei volontari di tutte le contrade d’ Italia che condussero le campagne del Risorgimento, nelle vittoriose prove della prima guerra mondiale, nella fedeltà testimoniata davanti ai plotoni di esecuzione e nei campi di concentramento. Compito delle forze armate, e’ quello di assicurare la difesa della patria e di concorrere alla salvaguardia delle libere istituzioni e al bene della comunità nazionale. La Brigata Garibaldi e’ la fedele interprete, in Italia e nel mondo, di tutti questi valori. Noi sappiamo quanto importante sia questo compito, e sappiamo di doverlo adempiere con coraggio, sacrificio ed estrema professionalità. Ma sappiamo anche che la nazione potrà sempre contare sulla dedizione dei suoi soldati e sull’efficienza dell’ apparato loro affidato”. Sarà proprio la Fanfara della Brigata “Garibaldi”, insieme ai Gonfaloni dei 104 Comuni della provincia, a precedere il corteo delle Autorità, al termine della Cerimonia che si svolgerà al Monumento ai Caduti. Prevista, inoltre, una folta rappresentanza giovanile, a cominciare dal Direttivo della Consulta Provinciale Scolastica. Saranno il presidente ed il vice presidente del Direttivo a leggere un messaggio sulla celebrazione del 2 giugno, durante la cerimonia al Monumento ai Caduti ed i rappresentanti del Direttivo a portare la bandiera tricolore per l’intero percorso dal Monumento dei Caduti fino a Palazzo Reale. “I nostri studenti – ha sottolineato il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Antonio de Angelisstanno facendo registrare un impegno degno di lode: le loro produzioni manifestano una straordinaria creatività, hanno idee che fanno ben sperare per un futuro generazionale voglioso di costruire una società nel rispetto dei valori umani”. Insieme al corteo delle autorità, sfileranno, con il gonfalone delle rispettive scuole, anche gli alunni della Scuola Primaria del V Circolo didattico “Don Lorenzo Milani” e gli studenti dell’Istituto Tecnico Commerciale “Cesare Pavese”. Grande mobilitazione per la Festa del 2 Giugno anche nel mondo sportivo casertano, con gli atleti che trasporteranno maxi-bandiere tricolori sul Corso Trieste, mentre una mongolfiera sorvolerà il corteo fino alla Reggia, rimanendo poi a disposizione per una serie di decolli aperti al pubblico. “Il 2 giugno, nel segno del tricolore e dello sport – ha spiegato il presidente del CONI, Michele De Simonecon migliaia di atleti nei giardini vanvitelliani che, all’arrivo del corteo, realizzeranno una serie di coreografie, ed eseguiranno esibizioni di tiro con l’arco, sci d’erba, modellismo velico”. Previsto un finale suggestivo con il lancio dei paracadutisti del gruppo di Pontecagnano, guidati dal colonnello Carmelo Burgio Comandante Provinciale dei Carabinieri di Caserta. Due, infine, i fuori programma, di sicura presa sul pubblico: la realizzazione in piazza Gramsci, sull’aiuola antistante la Flora, del simulacro di una bandiera tricolore confezionato dal Sindacato Fioristi dell’Ascom-Confcommercio di Caserta; la preparazione, nel parco della Reggia, di una originale e gustosa pizza tricolore, del forno mobile della Scuola Amministrazione e Commissariato di Maddaloni. Ed in occasione delle Festa della Repubblica, a seguito della richiesta delle associazioni combattentistiche, il Monumento ai Caduti sarà illuminato in serata con fasci di luci che definiscono il profilo del tricolore. L’iniziativa è a cura dell’Assessorato alla Vivibilità del Comune di Caserta. Orgoglioso e soddisfatto l’assessore Antonio Ciontoli per il quale “l’illuminazione tricolore rappresenta un atto di civiltà dovuto ai caduti di tutte le guerre, un gesto di attenzione per la sensibilità e le richieste, da troppi anni inevase, delle associazioni combattentistiche. Continuiamo nella politica dei simboli, illuminando la storia della nostra città. Un modo per riaccendere con dignità le luci sul nostro futuro”.

Perapprofondimenti e ulteriori notizie

http://digilander.libero.it/mauronemesio

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico