Casaluce

Rifiuti, Luongo (Ds): “Occorre la videosorveglianza”

Francesco LuongoCASALUCE. Non si è lasciato sfuggire l’occasione di dire la sua Francesco Luongo ed è intervenuto sulla questione del problema rifiuti a Casaluce.

A seguito del ritrovamento dei bidoni di materiale da risulta abbandonati in località “Popone” e messi sotto sequestro, grazie all’intervento del Prefetto, e a seguito della visita degli operatori dell’Arpac sul territorio, il segretario cittadino dei Ds lancia l’allarme. Un allarme che di certo è già stato avvertito sul territorio e non solo in relazione all’ultimo episodio di materiali a rischio lasciati in piena campagna. Però Luongo tiene a sottolieare la necessità di un intervento che pare, secondo quanto detto dal segretario, non sia stato effettuato in maniera incisiva dai commissari. “Esorto i commissari a insistere sulla videosorveglianza. Non è possibile – dichiara Luongo – che non si sia riusciti a organizzare il servizio nell’arco di un anno intero”. Per questo il il tecnico Arpac che fotografa i rifiuti in località diessino lancia dunque la sua provocazione: “Martedì andrò dai commissari e chiederò di poter gestire la videosorveglianza. Entro 15 giorni avvierò il progetto: perchè questo è il tempo necessario per farlo”. Il diessino non si ferma però all’emergenza e spiega che “la nostra situazione è drammatica ma risolvibile. Noi stiamo avviando uno studio che possa consentire di risolvere il problema dei rifiuti. Non solo di quelli solidi urbani, per i quali potremmo individuare nella zona dei Regi Lagni un terreno per un sito di compostaggio e si potrebbe avviare la differenziata con una rimodulazione della tassazione, ma anche per quanto concerne quelli speciali e per la prevenzione delle malattie”. Per quanto concerne quest’ultimo punto Luongo puntualizza che “la prevenzione delle malattie potrebbe essere effettuata da tutti i medici di base attraverso un monitoraggio continuo dei propri pazienti”. Il piano dei Ds pare essere dunque già in fase di preparazione. Un piano che di certo sarà portato all’attenzione dei cittadini durante la campagna elettorale, nella quale sarà più volte possibile sentire parlare di “urgenza di verifiche e bonifiche del territorio con la successiva pianificazione di un controllo territoriale che vede un coordinamento delle varie forze dell’ordine comprese quelle della polizia provinciale”.

dal Corriere di Caserta, domenica 17 giugno 2007 (di Luisa Conte)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico