Carinaro

Masi: “Quella sul cimitero è una volgare polemica”

Mario MasiCARINARO. “Una volgare polemica”. Così il sindaco Mario Masi definisce il volantino con cui, nei giorni scorsi, i due architetti carinaresi Domenico Arpaia e Francesco Mattiello hanno criticato il “concorso di idee” indetto dall’amministrazione per la realizzazione del progetto di ampliamento del cimitero, vinto dallo studio Vargas di Aversa.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la risposta del sindaco Mario Masi:

La canea montata da qualche professionista locale sulle conclusioni del Bando di Concorso sulla migliore idea progettuale per l’ampliamento del cimitero esige qualche breve riflessione ed alcune doverose puntualizzazioni. L’amministrazione, con la iniziativa messa in campo, ha voluto che l’ampliamento del cimitero cittadino fosse il risultato di un confronto di idee tra professionisti, chiamati ad esprimere il meglio delle loro capacità in un pubblico concorso. Sono pervenute 18 proposte. Tutto ciò è stato posto in essere per avere una proposta di qualità, capace anche di sviluppare, cosi recita il bando, una soluzione che conferisca una nuovo identità urbanistico – architettonica al luogo”. In buona sostanza si è puntato ad avere qualche cosa di valido e di veramente nuovo. Questo sforzo ad un salto di qualità è stato salutato con i complimenti di diversi amministratori di alcuni Comuni d’Italia che ci hanno telefonato compiacendosi e chiedendo notizie in proposito. Appare perciò inspiegabile che il disappunto di qualcuno, per non essere stato giudicato vincitore, (lo scarto di punti rispetto al primo è notevole) o, forse, la rabbia per qualche altro, per aver perso un’occasione di guadagno, siano diventati motivi per cadute di stile, per mancato rispetto della deontologia professionale verso gli altri colleghi, per aprire una volgare polemica con l’amministrazione. Cosa ancor più grave, poi, è il fatto che chi monta la canea, attualmente intrattiene rapporti di lavoro con il comune, sulla base di incarichi lautamente remunerati. In proposito appare doveroso fare alcune precisazioni: l’aggiudicazione è stata fatta da una commissione esperti, nominata nel rigoroso rispetto della legge, su segnalazione della Facoltà di Architettura di Aversa dell’Ordine degli Ingegneri di Caserta. Di detta commissione non ha mai fatto parte né il sindaco né alcun altro amministratore; la proposta premiata conferma., nel modo più assoluto, che le cappelle gentilizie saranno liberamente costruite dai cittadini; la discussione in atto, allargata a forze politiche e sociali, rappresenta un momento di confronto e di riflessione, naturali quando si passa, nel rispetto dell’idea originaria, da una fase preliminare a quella esecutiva e di dettaglio. Resta da chiedere: perché si altera la verità? E’ mai possibile che, per coprire i limiti di una proprio proposta bocciata, o, forse, per biechi interessi di parte, si spari nel mucchio? Per fare chiarezza su tutto, ho incaricato un legale per verificare anche se esistano, in tutta la vicenda, comportamenti penalmente rilevanti, a tutela dell’amministrazione comunale e a garanzia che tutto si sia svolto nel rispetto della legalità. Chi ha dubbi sulla regolarità del concorso, invece di attardarsi su inutili polveroni, non ha che da fare altrettanto.

Il Sindaco, dr. Mario Masi

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico