Campania

Puc di Villa Literno, presentate 119 osservazioni

il PUC di Villa LiternoVILLA LITERNO (Caserta). Sono 119 le osservazioni presentate entro il termine di venerdì 22 giugno al Piano Urbanistico Comunale di Villa Literno presso l’ufficio Affari Generali, dove è stato depositato in visione per 60 giorni.

Ora la palla passa all’ufficio Urbanistico del Comune, nella fattispecie all’ingegnere comunale Claudio Valentino, che dovrà analizzarli, valutarne la conformità ed eventualmente rispondere ad ognuno. Dopodiché il Puc arriverà in consiglio comunale per la definitiva adozione. Si tratta di un traguardo storico per Villa Literno e per l’intera provincia di Caserta. Per la prima volta nella sua storia, quindi, il Comune di Villa Literno si doterà di un prezioso strumento urbanistico, “che sarà da presupposto al futuro sviluppo del territorio, tenendo conto delle prospettive che nascono da noi e intorno a noi”, ha dichiarato il sindaco Enrico l'area urbana del PUC di Villa LiternoFabozzi. Chiaro il riferimento al nascente Aeroporto di Grazzanise, al Polo Nautico e alla riqualificazione del Litorale Domito in cui il territorio di Villa Literno si pone come punto nevralgico, nonché alle risorse ambientali tutte da sfruttare, quali la zona protetta delle “Soglitelle”. Il Piano è redatto dagli ingegneri Claudio Valentino e Italo Verzillo, coadiuvati dall’avvocato Luigi Maria D’Angiolella. “Il nostro è il primo piano dell’Agro Aversano ossequiente alla Legge Regionale 16/2004 – ha dichiarato Valentino – in quanto rispetta il principio della ‘perequazione’: a tutti i cittadini sarà consentito di costruire anche se avranno le proprietà occupate da strade o fasce di rispetto”. Il Piano tiene conto anche delle più recenti indicazioni di Piano d’Assetto Territoriale approvate dalla Regione Campania. Particolarmente importanti le soluzioni per l’abusivismo edilizio, illustrate dall’ingegnere Verzillo: “Non solo saranno previste sanatorie amministrative ma anche urbanistiche, per cui le aree saranno dotate di tutte le infrastrutture di servizio necessarie alla nascita di una città organica, che non sia fatta solo da strade e case”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico