Campania

Giochi fatti per le giunte, è valzer di deleghe

Mimmo CiaramellaA parte Aversa, dove i tempi non dovrebbero essere lunghi, giochi fatti per gli assessori in tutti i Comuni al voto nell’ultima tornata amministrativa.

A Casal di Principe Cipriano Cristiano ha varato senza troppe difficoltà la sua giunta di centrodestra e assegnato quattro assessori a Forza Italia (Antonio Corvino, Pasquale Martinelli, Vincenzo Noviello, Vincenzo Fontana) Giancarlo Giudicianni.jpgun assessore ad Alleanza Nazionale (Pasquale Iavarazzo) che però porta a casa anche il presidente del consiglio comunale (Francesco Di Caterino). L’Udc viene rappresentato nell’esecutivo da un assessore (Francesco Schiavone) e lo stesso vale per la lista Popolo della Libertà (Aniello Giusti). «Domani mattina verranno assegnate ufficialmente le deleghe – annuncia Cristiano Cipriano – ho intenzione di muovermi sempre in sintonia e stretta collaborazione con i partiti. Noto inoltre in questo momento anche un grande entusiasmo dei consiglieri comunali, dobbiamo organizzare il tutto in modo di trarre il massimo profitto operativo per la cittadinanza». Cristiano CiprianoA Santa Maria Capua Vetere dovrebbe essere stato trovato finalmente un equilibrio per la composizione definitiva della giunta Giudicianni. Domenica scorsa, infatti, era stato definito l’assetto a otto che, invece, dopo solo 24 ore è stato sparigliato dall’ex assessore Campochiaro a causa della sua assenza nell’esecutivo. Un «mal di pancia» durato solo una giornata che aveva portato il sindaco Giancarlo Giudicianni a correggere a sei il numero degli assessori nel tentativo di assegnare un referente per partito. Una «minaccia» rientrata ieri con l’ulteriore novità, stando alle indiscrezioni, rappresentata dalle dimissioni anche da consigliere comunale di Giovanni Campochiaro. La nuova giunta, perciò, dovrebbe poter contare su Di Muro, Maglione e Natale (vicesindaco) per il gruppo Dc, Progetto democratico e Verso il Pd, Salzillo e Luciano Di MeoDi Rienzo per la Margherita, Valletta per la civica Ipg, Delle Femine per Rifondazione e Michele Castaldo quale tecnico nominato dal primo cittadino. A Sessa Aurunca e prevista per oggi la prima seduta consiliare. All’ordine del giorno l’esame delle condizioni di eleggibilità dei consiglieri comunali e del sindaco proclamati eletti; l’elezione del presidente e del vice presidente del civico consesso, il giuramento del primo cittadino, la comunicazione della nomina dei componenti la giunta municipale e della commissione elettorale e l’approvazione della proposta di indirizzi generali di governo. Si dovrebbero registrare subito le dimissioni del sindaco uscente Elio Meschinelli (che lascerà definitivamente il civico consesso dopo dieci anni di sindacatura e dieci da consigliere; sarà surrogato da Basilio Vernile) e dei consiglieri che saranno nominati componenti della Giunta: i diessini Carlo Fusco e Gianluca Sasso (surrogati da Angelo Di Iorio e Pasquale De LucaTommaso Fusco), Crispino Marino (Udeur), Antonio Passaretta (Idm), Ciro Marcigliano (Sdi), ai quali subentreranno Bartolomeo Festa, Andrea Testa e Lorenzo Fusco. L’esecutivo sarà così composto: Silvio Sasso (vice sindaco), Carlo Fusco (che reclama un assessorato forte), Ciro Marcigliano (Sdi), Luigi Migliozzi (Riformisti e democratici), Antonio Passaretta (Idm), Crispino Marino (Udeur). Per il settimo assessorato, ancora qualche problema all’interno della lista Verdi-Rc tra Crescenzo Compagnone (Verdi, che ha ottenuto il maggior numero di preferenze) e Fabio Grimaldi (Rc). Presidente del civico consesso dovrebbe essere Basilio Vernile, mentre alla vice presidenza (che andrà per legge alla minoranza) potrebbe essere riconfermato Rocco (che è risultato anche il candidato più votato, 476 preferenze) oppure il candidato sindaco sconfitto al ballottaggio, Tommasino. Giunta completata anche a San Felice a Cancello dove il sindaco Pasquale De Lucia ha nominato settimo assessore Carmine D’Addio.

Il Mattino (CLAUDIO COLUZZI)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico