Campania

Autore sotto scorta presenta libro su Provenzano

Bernardo ProvenzanoMARCIANISE (Caserta). Si prevede grande partecipazione per il prossimo appuntamento di “Aperitivo con l’Autore”.Mercoledì 27 giugno, alle ore 18, presso la Biblioteca Comunale di Marcianise in via Vespucci, Peter Gomez e Liro Abbate presenteranno il libro: “I complici. Tutti gli uomini di Bernardo Provenzano da Corleone al Parlamento”.

il libro di Abbate e Gomez su ProvenzanoSi tratta della quarta tappa dell’”Aperitivo con l’autore”, l’iniziativa promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Marcianise in collaborazione con 6 associazioni del territorio. L’appuntamento di domani che ha per tema “L’informazione”, sarà “adottato” dall’associazione Unart Group. Oltre agli autori del libro saranno presenti: Luigi Ferraiuolo (giornalista), Enzo Raucci (Presidente Unart Group) e Alessandro Tartaglione (assessore alla cultura del Comune di Marcianise). Al termine della presentazione del libro e dopo il dibattito sarà offerto un aperitivo preparato da “McCoffe Bar”. Uno degli autori, Lirio Abbate, proprio per le rivelazioni scritte nel libro su Provenzano, ha subito nei mesi scorsi, così come già accaduto a Roberto Saviano, una serie di intimidazioni mafiose che hanno costretto il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Palermo ad assegnargli una scorta.

Il Libro

La biografia dell’ultimo capo dei capi letta attraverso le sue alleanze politiche ed economiche: dall’accordo con il Partito Socialista del 1987 fino alla stagione delle bombe di mafia del 1992-93. Un libro esplosivo che ricostruisce, con documenti e testimonianze inedite, la ragnatela di rapporti che hanno permesso a Provenzano di restare libero per quarantatre anni. Un viaggio nella Mafia SpA, un’organizzazione criminale che in Sicilia controlla buona parte degli appalti pubblici, lavora con molte cooperative e imprese di dimensione internazionale, ha uomini infiltrati nelle banche, nelle istituzioni economiche e in quelle culturali, come l’università. Quattordici anni dopo gli omicidi di Falcone e Borsellino, l’opera di Peter Gomez e Lirio Abbate racconta come tutto in Sicilia sia tornato come prima, con decine di deputati regionali eletti a Palazzo dei Normanni nonostante i loro evidenti legami con Cosa Nostra, con una serie di parlamentari nazionali arrivati a Roma dopo aver contrattato l’appoggio degli uomini d’onore. Una lenta e inarrestabile riconquista del potere resa possibile dal silenzio delle istituzioni e dei media. In questo quadro l’arresto di Provenzano, più che il segnale della riscossa, diventa solo una tappa nella metamorfosi definitiva verso la mafia del terzo millennio: quella che alla lupara preferisce il doppiopetto.

Gli autori

Lirio Abbate è redattore all’ANSA e collabora con La Stampa. E’ stato l’unico cronista presente sulla scena dell’arresto di Provenzano. Ha seguito i processi e le inchieste di mafia più importanti degli ultimi dieci anni e le indagini sulla criminalità organizzata in Sicilia. Ha effettuato reportage sulle mafie in Italia e sugli sbarchi dei clandestini nelle coste siciliane; per questi servizi ha ricevuto il premio “Cronista dell’anno 2003”.

Peter Gomez, giornalista de L’Espresso e collaboratore di MicroMega, ha scritto, tra gli altri: L’Intoccabile. Berlusconi e Cosa Nostra (con Leo Sisti, Kaos, 1997), Mani Pulite. La vera storia (con Gianni Barbacetto e Marco Travaglio, Editori Riuniti, 2002) e, con Marco Travaglio, La Repubblica delle banane (Editori Riuniti, 2001), Bravi ragazzi (Editori Riuniti, 2003), Regime (Rizzoli, 2004), Inciucio (Rizzoli, 2005), Le mille balle blu (Rizzoli, 2006).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico