Aversa

Teleradiologia: presidi Asl Ce2 collegati via web

TeleradiologiaAVERSA. Un sistema informatico di tele-radiologia che collega non solo i presidi ospedalieri dell’Asl Ce2 (Aversa, Capua-S. Maria C.V., Sessa Aurunca) ma che sarà in grado di essere in contatto con le strutture diagnostiche di eccellenza anche nel resto del Paese e all’estero. L’Asl Ce2 è stata la prima in Campania a realizzare il sistema Pacs per l’informatizzazione e l’archiviazione digitale delle indagini radiologiche.

Teleradiologia“Un progresso tecnologico – afferma il direttore generale dell’Asl Ce2, Angela Ruggiero – che porterà notevoli vantaggi non solo per gli utenti, ma anche per le strutture ospedaliere. Il sistema informatico ci consentirà di diventare ancora più competitivi sul piano qualitativo e di ridurre in maniera significativa i tempi di attesa e di risposta agli utenti”. I vantaggi e le nuove frontiere del sistema Pacs saranno presentati mercoledì pomeriggio, a partire dalle 16, al salone Romano del teatro Cimarosa di Aversa. Interverranno per l’occasione, oltre alla manager Ruggiero, l’assessore regionale alla Sanità, Angelo Montemarano; il presidente della V commissione Sanità della Regione Campania, Angelo Giusto; il direttore sanitario dell’Asl Ce2, Gaetano D’Onofrio; il direttore della Scuola di specializzazione in radiodiagnostica della Sun, Antonio Rotondo; i primari di Neuroradiologia e Radiologia del Moscati; Renato Pirolo e Antonio D’Amore, il responsabile del settore ingegneria clinica dell’Asl Ce2, Giacomo Rabbito, Fulvio Giannini e Nicola Di Nisco della Mi medical, la società che ha realizzato il sistema informatico. L’archiviazione digitale delle immagini centralizzata è stata installata al Moscati di Aversa e collegata alle altre strutture ospedaliere che possono interfacciarsi a distanza e comunicare in tempo reale. “Un’unica unità virtuale di radiologia – prosegue la manager Ruggiero – attraverso la quale sarà sempre possibile disporre e consultare in ogni momento, attraverso il web, tutta la documentazione diagnostica attuale e precedente di un paziente”. Saranno garantiti sicurezza, correttezza e completezza dei dati clinici e diagnostici, l’ottimizzazione delle attività tra le varie sale diagnostiche, la conservazione sicura nel tempo dei dati clinici dei referti e delle immagini diagnostiche, l’eliminazione delle ingombranti pellicole da conservare. “Consentirà – afferma il direttore del Dipartimento di Diagnostica per immagini e di laboratorio dell’Asl Ce2, Gaetano Danzi – di ottimizzare lo studio e la valutazione dei referti diagnostici attraverso un percorso garantito dall’alta qualità delle immagini e dalla condivisione di tutti i professionisti interessati. Da qui a poco ci attiveremo affinchè queste immagini possano essere trasmesse direttamente ai clinici sui monitor in uso presso le loro UU.OO. Sarà agevole, quindi, anche la trasmissione di dati riguardanti i referti di Laboratorio analisi”. Gli utenti, in luogo delle pellicole radiografiche, riceveranno un cd contenente l’esame con il referto relativo che potrà essere visionato su un normale Pc. I pazienti – nel rispetto della privacy – saranno riconoscibili con un codice numerico. Il sistema, inoltre, è dotato di un software per teleradiologia-teleconsulto e la distribuzione e-mail dei referti e delle immagini. I referti relativi potranno essere inviati via e-mail – previo consenso scritto del paziente – direttamente ai medici di base o agli specialisti. Infine il paziente esterno potrà ricevere conferma della prenotazione e della possibilità di ritirare gli esami via sms o via e-mail.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico