Aversa

“Cura dimagrante” per i servizi Asl Ce2

la manager dell'Asl Ce2, Angela RuggieroAVERSA. L’Azienda Sanitaria Locale Ce2 di Aversa, con propria disposizione trasmessa alla Giunta della Regione Campania in data 1° giugno 2007, ha avviato le procedure di riordino dei Servizi di Emergenza 118 e di Continuità Assistenziale nel proprio ambito territoriale.

Il riordino risponde alle precise indicazioni regionali riportate nel “Piano di rientro” sancite dalla delibera di giunta regionale n. 460 di questa primavera. Oltre che a dar concretezza alle sollecitazioni di risparmio, i vertici dell’ASL di Aversa hanno voluto anche razionalizzare al meglio la presenza dei due servizi, cercando di rispondere al meglio alle esigenze del territorio. Di certo vi sarà un ridimensionamento di presidi, postazioni e numero di medici in servizio, rispetto a piante organiche forse sovrastrutturate nel recente passato. Servizi quindi più snelli, ma si spera anche più efficaci ed efficienti. Ma andiamo per ordine.

Emergenza/118

Il Servizio di emergenza territoriale prevede l’offerta di due livelli assistenziali :

a) i PSAUT (Servizi di Assistenza ed Urgenza Territoriale Potenziati) individuati in numero di quattro secondo la delibera regionale 1570 del 2004 (Capua, Gricignano di Aversa, San Cipriano di Aversa e Mondragone) , che vengono invece ridotti a due (Capua e S.Cipriano di Aversa). La localizzazione sarà quella del Palasciano di Capua e di un bene confiscato alla camorra in San Cipriano di Aversa. I Psaut sono dei piccoli pronto soccorso capaci di dare risposte di primo livello alle urgenze sanitarie.

b) I SAUT (Servizi di Assistenza ed Urgenza Territoriale) individuati in numero di 10 secondo la vecchia delibera regionale del 2004, scendono ad otto, La novità è comunque l’apertura del Saut di Trentola Ducenta, previsto nei piani regionali precedenti al 2004, poi cancellato, oggi di nuovo preso in considerazione, grazie anche alla disponibilità della nuova amministrazione comunale.

Le grosse novità sono poi quelle collegate al personale medico in servizio in queste postazioni, che secondo la Regione Campania non dovrebbe superare le 5 unità per postazione Saut e le 8/9 per i Psaut. Ben poca cosa rispetto all’allocazione attuale in alcuni presidi di decine di medici.

Continuità Assistenziale

Asl Ce2Ben 19 i presidi di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) aperti fino al 30 aprile 2007. Dal 1° maggio una prima riorganizzazione ha visto chiudersi i presidi di Sparanise, Curti e Gricignano di Aversa. Il piano di riordino vede la chiusura anche del presidio di Cellole. Pertanto i presidi aperti diventano 15, con una chiusura di 4 sedi. Questi i presidi che resteranno aperti : Aversa, Casaluce, Succivo, Frignano, Trentola Ducenta, Casal di Principe, Villa Literno, S.Maria Capua Vetere, Capua (ma dovrà delocalizzarsi in altro comune del distretto), Castelvolturno, Grazzanise, Pignataro Maggiore, Mondragone, Carinola, Sessa Aurunca. Qui il taglio di medici sarà una vera e propria mannaia , si passa infatti da 182 sanitari in servizio al 30 aprile 2007 , ai 139 necessari per il riordino, ma per la Regione sono ancora troppi, visto che sulla scorta della popolazione esistente dovrebbero essere non più di 125. La “cura dimagrante” per i servizi di emergenza e continuità assistenziale è partita, si spera che cresca di pari passo anche il livello qualitativo del servizio che al momento sembra essere discreto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico