Aversa

Azione Giovani a Bassolino: “anche la Ue ti bacchetta”

Azione GiovaniAVERSA. “La Commissione europea ha avviato una procedura d’infrazione contro l’Italia per la «cronica crisi» dei rifiuti che colpisce Napoli e il resto della regione Campania.

La UE ha sottolineato che «il rischio di diffusione di malattie e di inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo desta gravi preoccupazioni per la salute umana e per l’ambiente», confermando i dati dell’OMS, cui noi di Azione Giovani dedicammo anche un manifesto. L’Europa ci dice che «gli impianti regionali per lo smaltimento deiAntonio Bassolino rifiuti sono inadeguati e presentano grossi rischi per la salute e per l’ambiente, una situazione che costituisce una patente violazione della normativa Ue sui rifiuti». Per questo la Commissione ha inviato all’Italia una «lettera di costituzione in mora» e procede anche alla valutazione dei progetti del governo italiano «che intende aprire quattro nuove discariche di rifiuti in Campania». L’esecutivo Ue intende infatti accertare, spiega ancora la nota di Bruxelles, «se siano compatibili con la normativa Ue e assicurarsi che risolvano, nel lungo periodo il drammatico problema dei rifiuti nella regione». Bassolino è stato bocciato anche dall’Europa: adesso sia bocciato dai campani”, afferma Gianmario Mariniello, della Direzione Nazionale di Azione Giovani. «Abbiamo visto tutti alla televisione le immagini scioccanti di mucchi di immondizie che marciscono nelle strade della Campania e cittadini esasperati che incendiano i rifiuti», ha detto il commissario Ue all’ambiente Stavros Dimas, commentando la decisione della Commissione. «Alle autorità italiane – ha aggiunto Dimas – chiedo di agire prontamente per rimettere in efficienza gli impianti di gestione dei rifiuti in Campania e fare in modo che i rifiuti siano raccolti senza pericolo per la salute umana e per l’ambiente come prescrive la normativa europea».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico