Italia

Emergenza rifiuti in Campania, Bertolaso rassicura

rifiuti in strada a NapoliNAPOLI. Tonnellate di rifiuti per strada, cassonetti dati alle fiamme. A Napoli e provincia l’emergenza rifiuti ha oltrepassato ormai ogni limite di tolleranza. “Una situazione tragica”, come ha detto il sindaco Rosa Russo Iervolino. (all’interno il video)

Decine, nella notte, sono stati gli interventi dei vigili del fuoco, soprattutto nella periferia del capoluogo campano e nei comuni flegrei e della fascia vesuviana. Stamani, nelle zone di Pianura e Secondigliano ci sono state proteste da parte dei cittadini che hanno sparpagliato per strada i rifiuti bloccando il traffico veicolare. Ma a rassicurare gli animi ci ha pensato il commissario di governo per l’emergenza rifiuti in Campania, Guido Bertolaso: “Nell’arco dei prossimi giorni, tra fine maggio e inizio giugno, riporteremo la situazione sotto controllo anche per fare in modo che non vi siano ricadute negative sull’economia e sul turismo”. Il piano di Bertolaso è quello di riaprire alcune vecchie discariche e individuare siti dove effettuare stoccaggi provvisori, fino a quando non saranno aperte le discariche individuate nel decreto dell’11 maggio scorso. Sulla questione sono intervenute anche le massime istituzioni dello Stato, in primis il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che in una lettera a ‘Il Sole 14 ore’ ha detto: “Rivolgo un appello alle autorità di governo perché si proceda senza alcun ulteriore tentennamento all’attuazione del decreto sottoposto alla mia firma. E rivolgo, soprattutto, un appello ai cittadini della mia regione: non è il momento di un processo alle responsabilità, non è il momento di abbandonarsi a ogni sorta di timori e di chiusure respingendo decisioni divenute oggi indispensabili e senza concrete alternative. Faccia ciascuno la sua parte con senso di responsabilità. E si faccia sentire com’è necessario, anche a tutela dell’immagine del paese, l’autorità dello Stato”. Per il premier Romano Prodi, “il governo ha preso le sue decisioni e ora bisogna metterle in atto con assoluta fermezza . Abbiamo preso atto delle buone ragioni presentate da tutti, ma la decisione è presa”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico