Aversa

“Per favore basta con Mastella!”

Clemente MastellaAVERSA. Il Movimento per la Vera e Nuova Politica, all’indomani della visita di Mastella ad Aversa a sostegno del candidato sindaco Paolo Santulli, sbotta: “Non se ne più con questi Mastella e con il loro partito familiare dell’Udeur che vede ai suoi vertici marito (Clemente), moglie (Sandra Lonardo Mastella) e cognato senatore Pasqualino Giuditta a fare la parte dei leoni che sbranano tutto ciò che in termini di cariche è sbranabile”.

Paolo SantulliIl Movimento per la Vera e Nuova Politica denuncia pubblicamente con dati di fatto costituiti da atti registrati e consultabili alla Commissione Parlamentare Antimafia che il Ministro della Giustizia Clemente Mastella è stato presente al matrimonio di tale Francesco Campanella, allora sicuramente membro effettivo del partito di Mastella. La cosa brutta, anzi bruttissima che ha indignato alcuni giornalisti stranieri di giornali di importanza mondiale è che tale Campanella ha aiutato nella sua latitanza nientepocodimenochè il capo indiscusso ed indiscutibile della Mafia Bernardo Provenzano fornendogli documenti falsi. Ricordiamo alla cittadinanza che per molto meno Giulio Andreotti o Antonio Gava, solo per fare qualche esempio hanno dovuto subire decine di anni di processi da parte di una magistratura a volte troppo zelante ed altre volte troppo permissiva. Caro Santulli questa è la storia del tuo capo partito, una storia talmente brutta e di compiacenza che ha prodotto un nuovo verbo nel dizionario della lingua italiana mastellare il cui significato in parole povere è di porre in essere qualunque artifizio politico compromissorio pur di raggiungere una posizione di potere dalla quale poi non staccarsi neppure con le cannonate! Non basta tutto ciò ed allora aggiungiamo che Mastella ha un figlio che l’anno scorso è stato coinvolto anche nell’affaire Moggiopoli ed una nuora piazzatta all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom), ha altri vari parenti ed affini o semplici clienti sparsi qua e la soprattutto in Campania ad elargire piaceri ed a fare continuamente compromessi solo ed unicamente in favore di potentati economici e mai in favore dei cittadini onesti!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico