Aversa

Ciaramella bis, centrodestra a valanga

Domenico CiaramellaAVERSA. «È la città che ha premiato il nostro lavoro degli ultimi 5 anni. E ora in tanti, tantissimi, mi chiedono di andare avanti per fare sempre meglio e di più. Grazie, grazie a tutti. Vi ricambierò con il mio impegno».

Domenico CiaramellaMimmo Ciaramella è raggiante. La folla lo sospinge quasi verso piazza Municipio, attraverso via Roma. L’affermazione sua personale e della coalizione di centrodestra è andata al di sopra delle più rosee aspettative. In 49 sezioni su 52 Ciaramella, sindaco uscente, si attesta sul 59,7 per cento dei consensi con 18.700 voti; Stabile supera appena il 25 per cento con 8.076 voti, terzo Santulli con il 6,8 per cento e 2.135 voti, quarto Rosato con il 5,6 per cento e 1.771 voti, ultimo con l’1,9 per cento e 622 voti. Lotta durissima la sua, per agguantare la riconferma già al primo turno e non lasciare spazio ai concorrenti, in particolar modo a quello che lui ha sempre definito come il suo unico avversario: Stabile. «Ho avuto l’appoggio leale di tutti i partiti, li ringrazio, ma ringrazio anche coloro che hanno votato me, anche se erano di area diversa. Hanno scelto il loro sindaco, com’è giusto che sia a livello locale e io sarò il sindaco di tutti», dirà più tardi Ciaramella. Stringe mani a ripetizione il neoeletto primo cittadino. Una donna lo abbraccia, lui ricambia e fa fatica a liberarsi dalla stretta della sostenitrice. Poi ancora strette di mano, baci, abbracci: «Sei un mito, Mimmo sei un mito». L’ovazione, la festa vanno avanti per tutta la notte e concludono un pomeriggio faticosissimo durante il quale Domenico «Mimmo» Ciaramella ha sofferto e atteso il risultato finale nel suo quartier generale di via Michelangelo. Qui un gruppo ristretto di collaboratori ha dato forma a una squadra di rilevazione che ha lavorato per ore. Tutto organizzato, con i dati che affluivano dalle 52 sezioni quasi in tempo reale. Il sindaco è giunto già alle 16 al quartier generale. Poca gente, il grande tabellone elettronico già lo accreditava del 60 per cento, a seguire con un 25 per cento Stabile, poi Santulli al 6,8 per cento, Rosato al 6,5 per cento e infine Iorio all’1,5. «Un bel risultato davvero, ma è presto», il primo commento improntato a una certa cautela, quasi un sussurro all’orecchio della moglie Teresa che è al suo fianco. Più deciso il commento del senatore forzista, Pasquale Giuliano,: «Abbiamo dimostrato sul campo quanto era già nell’aria. Ad Aversa il centrodestra ha operato bene e la gente continua a darci fiducia». Alle 18, alle 19, alle 20.30 la situazione non cambia. Ciaramella resta ancorato intorno al 60 per cento dei consensi, Stabile distanziato a non oltre il 25 per cento. Alle 21 oltre l’80 per cento delle schede è stato scrutinato. Ormai il tifo dei sostenitori è da stadio. Volano i primi tappi di spumante. Lui, il sindaco riconfermato già pensa al futuro: «Il mio primo obiettivo sarà assicurare stabilità e qualità amministrativa alla città di Aversa. Abbiamo fatto tanto ma c’è ancora tanto da fare». Intanto, si tentano le prime analisi politiche sulla performance della coalizione, sulla tenuta dei partiti, sul valore aggiunto portato dalla candidatura Ciaramella: un dato quest’ultimo notevole, si parla di circa 2000, 2500 voti in più portati in dote dal sindaco rispetto ai voti delle singole liste. Se questi primi valori dovessero essere confermati Ciaramella avrebbe la forza per poter dirigere con mano ferma la sua squadra di governo. Senza contare che ci sono almeno due liste di diretta emanazione del sindaco. Il tempo scorre, ormai solo le minacce di pioggia possono in qualche modo impensierire i progetti di festa dei sostenitori. Il tabellone viene messo da parte e al suo posto viene proiettata la videata con le mail che arrivano dalla città. «Mimmo sei tutti noi», «Sindaco gliele hai suonate». Lo stesso Ciaramella legge le mail e i presenti applaudono. All’improvviso un urlo scuote il palazzo: è fatta. È finita. Ciaramella salta dalla sedia. La gioia è alle stelle. Il corteo si forma naturalmente, auto strombazzanti verso piazza Municipio. Tra poche ore Aversa si sveglierà con un nuovo sindaco: Domenico Ciaramella, lo stesso di ieri, ma premiato da un forte consenso personale. Il Mattino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico