Aversa

Amendola: sostenere Stabile per eliminare i personalismi

Enzo AmendolaAVERSA. Deciso, chiaro e semplice da percepire il messaggio che il segretario regionale dei Ds, Enzo Amendola, ha lanciato intervenendo ad un incontro organizzato nella sezione cittadina della Quercia nell’ambito delle “feste” domenicali organizzate dal centrosinistra.

Giuseppe Stabile«La storia del nostro partito è stare tra la gente, andare loro incontro e cercare di discutere. La fase che viviamo – sostiene Amendola – è molto difficile: qualcuno cerca di strumentalizzare il voto delle amministrative per dare giudizi sul governo, la strada che abbiamo scelto noi è differente: dovunque andiamo diciamo di scegliere. Scegliere il Sindaco, scegliere la coalizione, scegliere il programma…Diciamo di scegliere, insomma, quale disegno vogliamo attuare innanzitutto per la comunità». Il segretario regionale della Quercia affronta anche un passaggio sulla specifica situazione politica aversana: «Nel caso di Aversa – sottolinea Amendola – questa coalizione che ha avuto anche momenti di “montagne russe” adesso è qui ed è unita: ecco perché si ritorna al discorso della scelta: non solo chiediamo di scegliere sindaco e coalizione, ma anche di scegliere un progetto che riguarda il futuro politico della nostra comunità. In un periodo come questo, costernato da una grave emergenza rifiuti, vedere montagne di carte, materiale elettorale appartenenti alle più disparate sigle, a nomi più o meno improbabili…Faccio mie le considerazioni espresse ieri da D’Alema sulle pagine del Corriere della Sera: la politica è divisa, siamo in una fase in cui ognuno pensa di potersi candidare e vincere qualsiasi elezioni senza idee, senza simboli, senza un “disegno” politico preciso.» «Il mio invito in questa campagna elettorale è trasmettere questo messaggio: chiediamo alle cittadine e ai cittadini di scegliere il sindaco e la coalizione, optando quindi per un preciso disegno: scegliere una coalizione unita che vuole rinnovare riformare la politica, riducendone costi e privilegi. Una “casa” in cui non ci sarà più spazio per i battibecchi e per vecchi modi di fare mai estinti e in cui non saranno i cittadini al servizio della politica, ma il contrario. Sostenere i Democratici di Sinistra, la coalizione di centro sinistra e il candidato sindaco Giuseppe Stabile – conclude il segretario regionale – significa sostenere un’idea, un altro modo di vedere la politica. Lontano dai personalismi, i cartelli politici e i partiti personali».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico