Teverola / Politica

Nuovo PUC, Improta si appella agli amministratori

(Visualizzato 1196 volte)

Raffaele ImprotaTEVEROLA. “Siamo in ritardo di circa 2 anni e cinque mesi dalla discussione delle linee guida del nuovo Piano Urbanistico Comunale”. Lo afferma il consigliere di opposizione di Alleanza Nazionale, Raffaele Improta,…

PUC…il quale dice di non comprendere perché “quest’amministrazione di centrosinistra non abbia sentito il dovere di rispettare la legge regionale 16/2004 che, all’art. 9 comma 5, era scritto in modo chiaro ed inequivocabile: ‘I commissari ad Acta, nominati dalle Province in base agli articoli 1 e 2 della legge regionale n. 17/82 e nominati precedentemente all’entrata in vigore della legge regionale n. 16/2004 sono decaduti’”. Ma per Improta la cosa ancora più grave è che “non si è sentito neancheil dovere morale di chiedere o sollecitare la Provinciaper avere una risposta per iscritto sull’interpretazione della legge stessa. Questa è una negligenza o inefficienza e per questo va sottolineata”. Prendendo spunto dalla relazione preliminare fatta dai progettisti, i quali asseriscono che al fine di evitare che il Puc nasca “morto o obsoleto o inattuabile” non basta una presa d’atto, Improta sostiene: “Il Puc dovrebbe essere fatto da tutti tranne che dai progettisti che hanno firmato il documento preliminare in quanto gli stessi, e non me ne vogliano, sono quelli che hanno permesso che il nostro territorio venisse cosi malamente deturpato con abusi edilizi evidenziati da sempre da questa opposizione”. Andando nel merito Improta poi sottolinea che “le linee guida del Puc devono andar nel rispetto delle regole del territorio con maggiore attenzione all’ambiente, al rispetto degli standard urbanistici, a creazione di spazi pubblici attrezzati, a parcheggi e a un miglior funzionamento della viabilità cittadina e periferica”. “An – continua il consigliere – non intende far pagare ai cittadini onesti, che da sempre rispettano le leggi e le regole democratiche, ciò che hanno creato altri cittadini che, con il loro agire fuori dalle regole, adesso vengono sanati e salvaguardati. Mi riferisco all’abbassamento dell’indice di costruzione di cui nelle linee guida si fa riferimento. Tutto questo non è giusto”. Pertanto, l’esponente alleanzino invita tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione “ad essere più responsabili delle proprie azioni, le quali devono sempre andare nel rispetto delle regole e delle leggi dello stato, a tutela dei propri cittadini”. “Teverola – dice Improta – di queste azioni ne ha bisogno ed il Puc è un senso di responsabilità che viene chiesto a chi fa politica in questo paese, visto che l’amministrazione in carica ha fatto solo scempi edilizi e danni al territorio, e in 13 anni non ha fatto passare il Prg con piccoli trucchi burocratici, stratagemmi e ostruzionismo di bassa lega”. “Assumetevi le vostre responsabilità, – conclude – e impegniamoci a redigere il nuovo strumento urbanistico che riporti il nostro sventurato comune alla normalità”.

I più letti

Ultimi Commenti