Sant’Arpino / Società

Ordinanza di Savoia su consumo acqua

(Visualizzato 877 volte)

AcquaSANT’ARPINO. “L’acqua è un bene pubblico ed esauribile, il cui uso è assoggettabile a regolamentazioni e limitazioni in presenza di motivi speciali e di pubblica esigenza”.

Giuseppe Savoia Così inizia il manifesto pubblico con cui, a seguito di ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri che allerta le popolazioni sul rischio di eventuali crisi idriche che potrebbero verificarsi con l’approssimarsi della stagione estiva, anche l’ Amministrazione Comunale retta dal Sindaco, Giuseppe Savoia, comunica alla cittadinanza che è necessario evitare comportamenti impropri che implichino spreco idrico a fronte di un deficit di acqua potabile. Pertanto, fanno sapere il primo cittadino Savoia e l’Assessore alle Politiche Ambientali, Elpidio Arena, tra breve anche attraverso un’apposita campagna pubblicitaria, al fine di salvaguardare le generazioni future a fruire di un integro patrimonio ambientale, i cittadini sono invitati a utilizzare le acque, con parsimonia, al risparmio per ridurne i consumi. E’ fatto assoluto divieto, quindi, di prelievo dalla rete idrica di acqua potabile per uso extra domestico, in particolare per il lavaggio di piazzali ed automezzi in forma commerciale; i prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti solo esclusivamente per gli usi domestici, zootecnici e per tutte le attività ugualmente autorizzate per le quali necessiti l’uso di acqua potabile. In caso di violazioni sono previste sanzioni amministrative pecuniarie da 25,00 euro a 500,00 euro a sensi dell’art. 7 bis del d. leg.vo 18 agosto 2000, n° 267.

I più letti

Ultimi Commenti