Gricignano / Società

Una gricignanese a Philadelphia

(Visualizzato 10294 volte)

Lina TessitorePHILADELPHIA (Usa). Vive da sei anni negli Stati Uniti d’America, a Philadephia, la più importante città dello Stato della Pennsylvania, assieme al marito Joe e alle due bellissime figlie Rosemary, di 4 anni, e Grace di 2 anni.

Lì è decisamente un altro mondo: parchi immensi, laghi, fiumi, persone di ogni etnia, grattacieli, proprio come nei film. Eppure, Lina Tessitore, 28 anni, non ha mai dimenticato la sua cittadina natale. Quella Gricignano che oggi riesce a vedere, con grande emozione, sul nostro sito Pupia Tv. Lina ci ha inviato una mail nei giorni scorsi, ci ha chiesto “ma chi siete? Ero in giro su Google e, all’improvviso, ho visto foto e articoli su Gricignano. Sono entrata nel sito e…mi è venuto da piangere! Non vedevo il mio paese da anni, quasi più non lo ricordavo!”. Anche noi, in realtà, pur consapevoli della potenza di Google, non avremmo mai Lina col marito Joe e le piccole Grace e Rosemaryimmaginato una sorpresa del genere. Chi scrive, in un primo momento, non aveva ben compreso chi fosse Lina, nonostante era un nome che suonava familiare. Lei cercava di farsi riconoscere: “Antonio, ricordi che eravamo insieme alle scuole elementari? Ho visto il video sul vostro sito e ho riconosciuto un altro che stava alle elementari con noi. E’ Luigi Lucariello, detto ‘U Messican’, non mi dimenticherò mai del suo nome. Anche lui è cambiato moltissimo, credo che tutti siamo cambiati come persone”. Ed io, a quel punto, ancora più curioso, perché davvero non riuscivo a ricordarla, gli ho detto di mandarmi delle foto sue e della sua famiglia. Dopo poche ore, apro la mail e…ECCO CHI E’! MA SI…LINA TESSITORE!!! La mia mente è stata così invasa dai ricordi dell’infanzia, sono improvvisamente ritornato, assieme a Lina, a Giggino il Messicano e a tutti gli altri compagni, tra i banchi di quella scuola elementare di Corso Umberto, davanti alla villa comunale, nelle case di “Trabbucco”, dove tutti abbiamo trascorso insieme almeno cinque anni. Lei mi chiedeva: “Antò, ma tu come stai, che fai, mamma mia mi sto commuovendo di nuovo!”. E mentre scambiavamo due chiacchiere via mail, Lina mi raccontava la sua storia. “Ho conosciuto mio marito Joseph Troutman (Joe) per caso, ad una festa di Halloween a cui mi aveva invitato un nostro amico comune. Da lì abbiamo iniziato ad uscire in comitiva e Joe mi diceva se potevo insegnarli qualche parola di italiano (…e vabbè…la sapeva lunga Joe!!!, nda). Ci siamo fidanzati dopo qualche mese, anche perché eravamo molto timidi e non avevamo il coraggio di dichiararci. Fu lui a fare il primo passo e io accettai con piacere! Poi mi chiese, dopo qualche altro mese, di sposarlo ma per me era troppo presto e gli dissi di aspettare almeno un altro anno. Lui, però, aveva finito al sua missione a Capodichino e doveva ritornare in America, a San Diego, in California. PhiladephiaAllora mi comprò un computer, con la web camera, così potevamo vederci tutte le sere. Abbiamo vissuto lontani per un anno, vedendoci solo con la web camera. Ma nel gennaio del 2001 ci sposammo civilmente, lui ripartì e io iniziai a preparare il matrimonio in chiesa che celebrammo nel giugno successivo. Andammo in viaggio di nozze a Venezia e poi a San Diego. In quel momento, iniziò la mia vita fuori da Gricignano”. Nel frattempo Lina ha avuto due splendide figlie (nelle foto) e suo marito Joe, dopo 10 anni di servizio, si è ritirato dal lavoro ed ha portato la sua famiglia nella città dove è nato: Philadephia, dove vivono tutti i suoi familiari e dove ha trovato un lavoro uguale a quello che faceva durante la carriere militare. Io chiedo a Lina: “E tu che cosa fai?”. Risponde: “Sto prendendomi un diploma di scuola superiore qua a Philadelphia, perché, oltre alla mamma, voglio fare qualcosa. Mi mancano pochi esami e ho finito”. Altra domanda (ormai la sto tartassando!): “E la tua famiglia a Gricignano? Da quanto tempo non la vieni a trovare?”. E lei: “Sono venuta molte volte, ma non sono mai andata in giro per Gricignano, a vedere com’è cambiata. Però Philadephiaoggi so tutto di Gricignano…grazie a te e allo staff di Pupia!”. E Philadelphia com’è? “Qui è tutto diverso da come abitiamo nei nostri paesini, la cultura, la gente, a volte mi metto a pensare a come il mondo è differente. E’ tutto stupendo, ci sono dei parchi grandissimi dove passeggiare a piedi e con la bici, è pulito dappertutto. Poi c’è la Piccola Italia, che si trova al centro della città, e somiglia molto al nostro mercato di Gricignano”. Per la serie: c’è sempre un po’ di Gricignano in ogni parte del mondo! Alla fine Lina mi chiede: “Ma se vuoi ti mando le foto”. E io: “E certo!”. E lei: “Ma le pubblichi sul sito?”. Ed io: “Ma scherzi, anzi ti faccio un bell’articolo, che ne pensi?”. E lei: “Uahu…e quando?”. Lo stai leggendo adesso! Un bacione da Pupia e da tutta Gricignano. CIAO LINA e…quando torni a Gricignano con la tua famiglia…passa in redazione! Siamo un po’ più avanti la chiesa, lungo Corso Umberto che, a breve, assieme a tutti gli utenti, potrai vedere in diretta, ogni giorno, attraverso una web cam collegata al sito!

GUARDA LE FOTO

Lina e il marito Joe le due figlie Grace (a sinistra) e Rosemary (a destra) Lina nel giardino di casa la piccola Grace
Lina nel suo giardino Lina con la figlia Lina con la famiglia Rosemary
Lina in città con la figlia Lina Philadephia Philadephia
Philadephia Philadephia Philadephia Philadephia

I più letti

Ultimi Commenti