Aversa / Società

“Modelli urbani strategici”

(Visualizzato 617 volte)

Il Circolo GiovaniAVERSA. Grande successo di pubblico sabato mattina nell’auditorium dell’ex macello per “Modelli urbani strategici: la teoria dei non luoghi” promossa da ‘Il circolo Giovani’ di Aversa…

…presieduto da Carmela Mattiello, con la presenza del sindaco Domenico Ciaramella, dell’assessore Isidoro Orabona e di Andrea Del Bono del centro CISDU di Firenze.Tanti i ragazzi che durante la mattinata hanno ascoltato, con entusiasmo, la relazione del professor Del Bono sul tema della giornata. La responsabile de ‘Il circolo Giovani’, Mattiello, ha fatto gli onori di casa, spiegando, in primis, cos’è il sodalizio: “E’ un centro di cultura apartitico, al di fuori ed al di sopra delle divisioni classiche dei partiti”. La Mattiello ha poi spiegato il perché dell’incontro: “Nelle case di tutti i cittadini di Aversa è arrivato un opuscolo che illustra gli interventi effettuati con il programma Urban Italia. Ci siamo resi conto che molti, soprattutto tra i più giovani, non conosceva progetto, ma si limitavano esclusivamente a giudicare gli interventi effettuati in città, non capendo progetto. Molta gente non sapeva neppure che il sindaco Ciaramella è anche il presidente della rete delle 42 città Urban e così abbiamo Domenico Ciaramellaorganizzato questo incontro per dare una spiegazione, soprattutto ai più giovani”. Del Bono, con un linguaggio semplice ed immediato, ha spiegato alla folta platea presente nell’ex macello la ‘Teoria dei non Luoghi’: “L’espansione delle città, hanno portato un abbandono di una parte di esse, spesso del centro storico che, come nel caso di Aversa, dovrebbe essere recuperato con un piano idoneo a favorire la socialità. Bisogna adeguare i progetti e la città alle esigenze dei cittadini rendendo vivibile anche i monumenti, contestualizzandoli all’interno delle città”. Ma è l’intervento del sindaco Ciaramella che ha catalizzato l’attenzione della platea, per lo più di giovani, dopo il quale ne è nato un dibattito con i presenti. Il primo cittadino ha annunciato un prossimo provvedimento in giunta con il quale anche Aversa avrà un referente a Bruxelles: “Nel corso della giunta della prossima settimana, approveremo con protocollo d’intesa con una società legata al Ministero delle Infrastrutture che prevede la presenza di un referente della città di Aversa a Bruxelles, presso la Comunità Europea. Non facciamo come Bassolino che ha aperto uno sportello a New York pur non potendo economicamente, date le finanze disastrate della Regione Campania ma per ora avremo un referente a Bruxelles che possa seguire in loco a Bruxelles per Aversa ogni opportunità che si presenta presso la Comunità Europea. “Abbiamo esportato – ha spiegato ancora Ciaramella – assieme ai sindaci di Ercolano e Cava dei Tirreni, uniche città in Campania a partecipare ad UrbanItalia, l’esperienza con UrbanItalia anche nella regione Campania proponendo dei progetti per le città superiori a 50mila abitanti. Ora – ha concluso – dobbiamo presentare, per avere dei finanziamenti invitando i giovani alla partecipazione alla vita amministrativa- delle idee che poi saranno tramutate in progetti”.

I più letti

Ultimi Commenti