Italia / Politica

Anche Angius lascia i Ds

(Visualizzato 1339 volte)

Angius al congresso DsROMA. Dopo Fabio Mussi anche Gavino Angius, promotore della terza mozione congressuale, lascia i Ds in vista della costituzione del nuovo Partito Democratico.

il segretario Ds, Piero FassinoIl vicepresidente del Senato, dal palco del congresso, aveva detto che avrebbe atteso i passi successivi dei Ds prima di prendere una decisione definitiva. Oggi l’annuncio dall’abbandono: ildissenso “non e’ compatibile con la partecipazione alla fase costituente” che porterà alla nascita del Partito Democratico. “Di conseguenza non parteciperò al comitato promotore votato dal nostro congresso che avvia la nascita del nuovo partito”. “E’ una decisione per me sofferta e difficile ma coerente con ciò che penso e sento”. “Non penso che tutti i riformisti italiani stiano nel Pd. Credo nella necessità storica, oggi e domani, in Italia, di un’autonoma forza democratica e socialista, laica, riformista e parte integrante del Partito del socialismo europeo”. “Resto convinto che l’esigenza politica essenziale non solo per noi era ed e’ la coesione politica dell’Unione, come condizione primaria per garantire al governo Prodi l’efficacia e l’affidabilità della sua azione riformatrice, di cui l’Italia ha bisogno nel quadro del bipolarismo italiano che vedo apertamente messo in discussione”. “Con il dispositivo votato simultaneamente dai due congressi, che ciò che davvero conta, quello dei Ds e quello dei Dl si assume il Manifesto dei saggi di Orvieto come orizzonte ideale e punto di riferimento in relazione ai contenuti politici, culturali e programmatici. Questo implica, come scritto sul Manifesto, anche la non appartenenza del nuovo partito alla più grande casa del riformismo europeo, il Pse”. Ora resta da vedere cosa farà Angius e cosa faranno gli iscritti che hanno votato per la sua mozione. Da un lato l’opzione della Sinistra con Mussi, dall’altro c’è il nuovo raggruppamento socialista dello Sdi. Assieme ad Angius, lascia i Ds anche il portavoce della sua mozione, Alberto Nigra, mentre parteciperanno alla fase costituente del PD gli altri esponenti di spicco della corrente Massimo Brutti, Mauro Zani e Sergio Gentili.

I più letti

Ultimi Commenti