Gricignano / Politica

FI e Specchio contro la modifica al regolamento Ici

(Visualizzato 746 volte)

Forza ItaliaGRICIGNANO. La modifica al regolamento Ici, riguardante l’abolizione della detrazione per la prima casa, relativamente agli immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti entro il primo grado (es. figli), scatena le critiche di Forza Italia e Specchio.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Specchio

L’ultimo consiglio comunale ha prodotto un ennesimo colpo di mano nelle tasche dei gricignanesi. L’amministrazione comunale, in netta controtendenza con quanto accade, da sinistra a destra, nel resto d’Italia, ha modificato il regolamento ICI, eliminando le detrazioni per la prima casa, relativamente a quegli immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti di primo grado. Questo provvedimento non ci trova affatto d’accordo, come non lo sono quelle numerose famiglie di Gricignano che saranno chiamate, come se non bastasse, ad ulteriori sacrifici per arrivare alla fine del mese. Ripercorriamo la questione. Il Comune di Gricignano riconosceva da regolamento, alle abitazioni concesse ad uso gratuito fino al primo grado di parentela (es. figli) gli stessi incentivi previsti per la prima casa (aliquota prima casa e detrazioni), così come previsto per legge. Con l’ultima modifica al regolamento e con l’abolizione delle detrazioni sugli immobili concessi in comodato, questa amministrazione comunale, ha contribuito ad aumentare decisamente la pressione fiscale sugli immobili, giustificandosi che predetto incentivo, ripetiamo di cui usufruivano principalmente i figli, rappresentava un ‘escamotage’ da eliminare. È sorprendente come a Gricignano, quello che in altri comuni d’Italia è considerato un valido aiuto alle famiglie, finisce per rivelarsi un ‘escamotage’. Ci piace pensare che detta definizione fosse riferita a quei cittadini che attraverso il comodato d’uso concedevano gli immobili a terzi, ovvero a pseudo parenti, con lo scopo di pagare meno tasse. Pur condividendo l’interesse legittimo dell’Ente di far quadrare i conti, contestiamo decisamente la scelta di colpire indiscriminatamente tutti, in particolar modo le giovani coppie, quando si poteva, agevolmente, attraverso controlli mirati, individuare gli speculatori e quindi preservare gli aventi diritto. Evidentemente a questa maggioranza i problemi dei cittadini interessano poco, dimostrando tutta la sua inadeguatezza in materia di politiche familiari”.

FORZA ITALIA – CIRCOLO SPECCHIO

I più letti

Ultimi Commenti