Caserta / Politica

La Giunta approva il Bilancio di previsione esercizio 2007

(Visualizzato 468 volte)

Nicodemo PetterutiCASERTA. Nella riunione tenuta nel pomeriggio di sabato la Giunta comunale ha approvato il bilancio di previsione per il 2007.

Reggia“Abbiamo dovuto affrontare – ha così commentato il sindaco Nicodemo Petteruti difficoltà superiori al previsto, avendo ereditato una situazione finanziaria ben più catastrofica di quanto si potesse immaginare. Alla città dobbiamo però lanciare un messaggio di verità: quello che non si fa è perché non si riesce a fare, chi ci ha preceduto ha consumato risorse ingenti ancor prima che esse fossero acquisite. Risanare adesso è doloroso, i cittadini lo devono sapere”. I dati che l’assessore alle Finanze Ciro Carnevale ha ufficializzato sono impietosi: 25 milioni di euro solo per le spese relative al Personale, 31 milioni e 700mila per contratti, 6 milioni per interessi sui mutui, 7 milioni per oneri straordinari (derivanti da sentenze che vedono il Comune soccombente). Il totale delle spesa corrente ammonta a 81 milioni e mezzo ai quali vanno aggiunti 4 milioni di quote capitali dei mutui per complessivi 85 milioni e cinquecentomila euro; siccome però dalle entrate relative ai primi tre titoli (entrate tributarie, extratributarie e trasferimenti statali) il gettito è pari solo a 84 milioni e 640mila, lo sbilancio è pari a un milione e mezzo di euro che l’amministrazione conta di coprire con gli oneri di urbanizzazione. “Pur in una situazione come si vede oggettivamente difficile – ha spiegato l’assessore Carnevale – siamo riusciti a non aumentare ulteriormente la pressione tributaria sui cittadini lasciando invariate le aliquote relative all’Ici e alla Tarsu, oltre che all’Irpef e creando così le premesse per il rispetto del patto di stabilità e soprattutto per un risanamento finanziario che in ogni caso non richiederà meno di due anni. Siamo soddisfatti del lavoro fatto ma non ci culliamo sugli allori: nei prossimi mesi metteremo subito mano al bilancio previsionale per il 2008”.

I più letti

Ultimi Commenti