Aversa / Società

Degrado al Moscati, blitz di Sagliocco

(Visualizzato 862 volte)

Giuseppe SaglioccoAVERSA. Negli ultimi tempi presso la segreteria del consigliere regionale Giuseppe Sagliocco (Fi) sono pervenute numerose segnalazioni circa la presenza di scarafaggi, topi ed insetti vari presso l’ospedale “Moscati” di Aversa, che ha il triste primato in Italia di essere quello con il maggior numero di morti evitabili.

Doverosa, dunque, la visita di oggi del consigliere presso la struttura, durante la quale è stato accompagnato da una troupe televisiva di Tele Club Italia che ha raccolto immagini circa lo stato di abbandono del “Moscati” ed intervistato il responsabile del reparto di pediatria dottor Vendemmia. Numerose sono state le lamentele dei pazienti circa la carenza dei servizi igienici, la carenza del personale infermieristico ed, ancora, è stato rappresentato la inadeguatezza delle apparecchiature di diagnosi ormai obsolete. L’On. Sagliocco ha sottolineato : “Un ospedale civile come il Moscati di Aversa che ha un bacino d’utenza di oltre 300mila abitanti, è attualmente in una fase di coma irreversibile, per la colpevole gestione della dirigenza dell’Asl Ce/2, che mette il suo maggiore impegno nella quotidiana pratica politico-clientelare. I soldi ci sono ma sono quotidianamente sperperati, oppure vengono persi come per i 700 milioni di euro per l’edilizia ospedaliera. Infatti sono stati revocati oltre 700 milioni di euro destinati alla Regione Campania nel lontano 2000 per effetto di un accordo triennale di programma per nuova edilizia ospedaliera (ex articolo 20). Il Ministero della Salute ed il Ministero dell’Economia avevano dato a tutte le regioni italiane una ulteriore proroga ponendo come data ultima il 31 dicembre 2005. Mentre le altre regioni si sono rimboccate le maniche e sono riuscite a presentare progetti idonei, la sola Regione Campania non ha rispettato tale ulteriore scadenza e noi oggi viviamo la situazione drammatica in cui versa il Moscati”.

fonte: comunicato stampa

I più letti

Ultimi Commenti