Trentola Ducenta / Cronaca

Furti e scippi si susseguono a frequenze sempre maggiori

(Visualizzato 785 volte)

ArrestiTRENTOLA DUCENTA. Microcriminalità in fermento nell’Agro aversano: quattro balordi finiscono in carcere per reati di vario genere. Nella serata di domenica, in via Vittorio Emanuele ad Aversa, un malvivente originario dell’Europa dell’est è stato colto in flagranza di reato, mentre rubava nell’abitazione di una connazionale.

Si tratta di Vlanceslav Rhusco, ucraino di trentatre anni, il quale si era introdotto furtivamente nell’abitazione di una donna proveniente dal suo stesso Paese d’origine. La padrona di casa, però, si è Carabinieriaccorta della presenza del malintenzionato ed ha contattato i carabinieri del Gruppo di Aversa, i quali sono prontamente intervenuti sul posto. Gli attrezzi usati per lo scasso sono stati sequestrati. Dopo gli accertamenti di rito, il furfante è stato tradotto in camera di sicurezza e ieri mattina è stato processato con il rito di direttissima. Attualmente è a disposizione dell’autorità giudiziaria, nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, con l’accusa di furto. Nella giornata di oggi, a Cesa, un ragazzo di etnia rom è stato arrestato per ricettazione. Si tratta di Marko Nikolic, ventenne trapanese residente nel campo nomadi di Gricignano, vero record man con dieci arresti in due anni. Il delinquente, nell’ambito di normali controlli, è stato fermato dai carabinieri della locale stazione. Il balordo era in possesso di un generatore di energia matricolato, il quale è risultato rubato dieci giorni fa ad un anziano uomo originario di Pozzuoli, ma residente a Cesa. Alle 10 di ieri mattina, invece, a Trentola Ducenta, gli uomini della locale stazione dei carabinieri hanno tratto in arresto un extracomunitario per vendita di materiale audiovisivo, sprovvisto di marchio Siae. L’arrestato, Moustafa Lou, trentenne originario del Senegal e residente a San Marcellino, se ne stava sul ciglio della strada con il materiale, con il chiaro intento di venderlo. Gli uomini della Benemerita si sono avvicinati e hanno operato un controllo dal quale si è evinto che il tutto era contraffatto. Gli uomini dell’Arma hanno sequestrato ben 978 tra Cd e Dvd, mentre l’africano è stato rinchiuso nel carcere circondariale. Nel pomeriggio di ieri, a Parete, i carabinieri della locale stazione, nel corso di normali controlli stradali, hanno fermato City Garamba, quarantunenne del Gambia, il quale circolava con una Vespa Piaggio rubata nell’ottobre dello scorso anno nel quartiere Vomero a Napoli. Il delinquente è stato accusato per ricettazione e condotto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

fonte: Caserta Oggi

I più letti

Ultimi Commenti