Gricignano / Società

Anche i vigili in campo contro il crimine

(Visualizzato 505 volte)

Polizia MunicipaleSANT’ARPINO. Episodi di delinquenza, pericolose risse, schiamazzi notturni e gang di adolescenti protagonisti di gravi furti e veri e propri atti vandalici. Questo, lo scenario che da alcuni mesi, caratterizza alcune strade e zone di Sant’Arpino, specie durante il fine settimana.

Ormai da tempo diverse strade del paese atellano, via della Libertà ad esempio, via De Gasperi e in particolar modo il parco giochi Rodari, adiacente il Comune, sono diventate covi di piccoli malviventi che creano disagio all’intera popolazione e disturbano la quiete dei cittadini e Giuseppe Savoiache rendono inaccessibili alcuni bar e locali della zona. «Il parco giochi Rodari è diventata un’area off limits perché teatro di spiacevoli avvenimenti – dicono i residenti – residente in via De Gasperi proprio alle spalle del parco; gli schiamazzi e le risse, che spesso diventano tafferugli, cominciano il venerdì sera e specie il sabato sera continuano fino a notte inoltrata. Il giorno dopo il bollettino è sempre più nero: furti di motorini, ragazzi feriti, incidenti stradali, questa zona è diventata davvero invivibile». Proprio per questo motivo nei giorni scorsi si è svolta l’ennesima riunione tra il Prefetto Stasi, il neo questore Casabona, il sindaco Giuseppe Savoia e i rappresentanti delle forze dell’ordine locali e provinciali. Strade più sicure e controlli serrati da parte delle autorità locali, questo l’imperativo annunciato dal sindaco di Sant’Arpino all’indomani dell’importante incontro per l’ordine e la sicurezza pubblica. «L’obiettivo – ha specificato Savoia – è quello di monitorare, con squadre di polizia, le zone più a rischio e le aree dove maggiori sono i problemi legati al disordine pubblico. L’incontro – continua il sindaco -ha infatti chiarito e soprattutto illustrato quelle che sono le prospettive della nuova organizzazione della polizia municipale. I cittadini – sottolinea Savoia – hanno il diritto di sentirsi protetti e tutelati. Abbiamo intenzione di creare tra l’altro, un servizio di coordinamento tra i diversi Comuni dell’agro atellano e rinforzare i controlli nelle zone periferiche e maggiormente esposte a pericoli». «Pattuglie della polizia inoltre – fa sapere Elpidio Del Prete, assessore alla sicurezza – perlustreranno costantemente le strade dove i giovani delinquenti sostano e agiscono; squadre di vigili e carabinieri saranno raddoppiate».

I più letti

Ultimi Commenti