Italia / Società

Vicenza, parte il corteo. Qualche slogan pro Brigate Rosse

(Visualizzato 1804 volte)

protesta a VicenzaVICENZA. Con mezz’ora di anticipo, è partito alle 14 di oggi il corteo di Vicenza contro l’ampliamento della base Usa all’aeroporto “Dal Molin”. Secondo la Questura, alla manifestazione stanno partecipando 50mila persone, mentre per il comitato “No Dal Molin” sarebbero più di 100mila.

Oliviero DilibertoQuesto stando alle affermazioni rilasciate da uno dei portavoce del comitato, Cinzia Bottene, la qualeha sottolineato il “carattere assolutamente pacifico” della protesta in corso. In testa al corteo ci sono i militanti di “Presidio Permanente” con lo striscione “Il futuro nelle nostre mani, giunta Hullweck (nome del sindaco di Vicenza), governo Prodi resisteremo un minuto in più”. Al fine di prevenire eventuali violenza, vi sono circa 4mila tra poliziotti, carabinieri, vigili urbani, funzionari della protezione civile, oltre a 1500 volontari della Cgil. Assenti, come dicevamo ieri, i membri del Governo, anche se vi è la presenza rappresentanti autorevoli del centrosinistra, come il segretario dei Comunisti Italiani Oliviero Diliberto e il segretario di Rifondazione Comunista, Franco ricostruzione al computer della futura baseGiordano, il quale si augura “un confronto diretto tra movimento e Governo”. Nella parte riservata ai Centri Socili, tra gli striscioni se ne intravede anche qualcuno a favore delle Brigate Rosse: “Libertà per i compagni”, “Siamo comunisti non terroristi, in vero terrorismo è costruire basi di guerra”, “Terroristi siete voi, libertà per i rivoluzionari”. Alcuni manifestanti hanno anche tirato un petardo davanti alla Questura di Vicenza, ma da parte della polizia non c’è stata alcuna reazione. Intanto, cresce la tensione in seno alla maggioranza di centrosinistra: l’ala radicale si oppone ala decisione del premier Prodi (appoggiato dai riformisti) di ampliare la base di Vicenza, un progetto che prevede una spesa di 500 milioni di dollari, oltre 380 milioni di euro. La nuova base Usa, denominata “Ederle 2” dovrebbe essere operativa a partire dal 2010 e sarà costruita per ospitare parte della 173esima brigata aviotrasportata.

Sull’argomento leggi anche:

Vicenza, pronto il corteo dei 50mila

Base Vicenza, chi decide veramente?

I più letti

Ultimi Commenti