Trentola Ducenta / Politica

La Cdl punta su Apicella e si ricompatta Fi

(Visualizzato 703 volte)
Comune Trentola-DucentaTRENTOLA-DUCENTA.Dal Matese all’agro aversano Forza Italia si riorganizza in vista delle amministrative di primavera. Erano mesi che il partito di Forza Italia a Trentola Ducenta non si vedeva così unito, così prevedibile nella scelta del candidato a sindaco per le elezioni di primavera.

Giorni fa, in una conferenza stampa ad Aversa, i consiglieri regionali e provinciali di Fi e di An hanno ufficializzato il nome dell’aspirante primo cittadino che già da dicembre echeggiava nelle sezioni del paese. Giuseppe Apicella (nella foto con Sagliocco), cinquantatre autunni sulle spalle e un’esperienza di ex consigliere comunale della Democrazia Cristiana negli anni ottanta, è stato scelto dal un gruppo di tre politici del polo: Giuseppe Sagliocco, Michele Griffo e Leonardo Maiolica di An. Apicella dovrà vedersela con due avversari: Nicola Picone, ex forzista che si è staccato dal partito per creare una lista civica, e Nicola Pagano, candidato di centro sinistra. Dopo le perdite che la candidatura di Picone ha portato con se e dopo un breve allontanamento del consigliere provinciale Griffo, che in panchina non voleva propri starci, lo schieramento si è ricomposto. Apicella - Sagliocco - GriffoAnzi. «Non è escluso l’inserimento nella lista di centro destra del consigliere regionale Sagliocco, di Griffo e di Maiolica» fanno sapere dalla direzione locale del partito. A Piedimonte Matese, invece, prima il programma, poi la lista. Conferenza programmatica di Forza Italia, ieri mattina, nella sezione di viale Libertà, dove il direttivo del partito ha presentato le linee guida dell’azione politica in vista delle elezioni comunali di primavera. Un fiume in piena l’ex sindaco Carlo Sarro, che nel suo intervento ha innanzitutto presentato agli iscritti un breve resoconto dell’azione del partito svolta negli ultimi mesi, caratterizzati dal ruolo di opposizione esercitato nei confronti della ex maggioranza guidata da Pasquale Musto, scioltasi come neve al sole dopo appena sei mesi di amministrazione. «Abbiamo svolto il nostro ruolo – ha detto Sarro – con senso di responsabilità ed in maniera incisiva, ma adesso il nostro obiettivo è quello di vincere le elezioni amministrative, puntando alla costruzione di un programma di qualità che abbia come capisaldi il rilancio delle attività produttive, il recupero del palazzo ducale, la sistemazione della rete scolastica cittadina, l’impegno in favore dell’Istituto salesiano che rappresenta una risorsa per la nostra città».

Il Mattino

I più letti

Ultimi Commenti