Gricignano / Politica

Tavolo permanente sull”elettrosmog

(Visualizzato 656 volte)

torna la questione elettrosmogGRICIGNANO. In una lettera inviata al Sindaco Andrea Lettieri, Forza Italia e il circolo Specchio avanzano la proposta di un “Tavolo di Programmazione Partecipata a carattere permanente” sull’elettrosmog.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

LETTERA APERTA AL SINDACO

Forza ItaliaTrattandosi di un problema, quello dell’elettrosmog, di rilevante importanza, Forza Italia e il Circolo Specchio, considerano per questo, non affatto esaurito il proprio compito e vogliono continuare ad essere uno stimolo pungente ed incessante per l’amministrazione comunale. Il tema, dati i suoi risvolti sulla tutela della salute pubblica e dell’ambiente, è di grande impatto e interesse per la cittadinanza e si presta ad una forte partecipazione dei cittadini come è successo anche in passato. Proponiamo per questi motivi al Comune e per esso al Sindaco, di istituire un Tavolo di Programmazione Partecipata a carattere permanente. Una conferenza di servizi, costituita dal Sindaco e dall’Assessore competente, dai rappresentanti di ARPA e ASL, da un rappresentante per ogni gestore e da uno o due rappresentanti dei Comitati cittadini o gruppi di cittadini, nonché da consulenti tecnici della facoltà di scienze ambientali. Tale iniziativa consentirebbe, in assoluta trasparenza, di: a) concordare le localizzazioni tenendo conto delle esigenze del servizio telefonico, della situazione degli impianti esistenti, della prossimità a siti sensibili, della possibilità di individuare aree di proprietà comunale (creando nuove entrate da utilizzare per pubblica utilità); b) istituire centraline per un servizio di monitoraggio permanente delle emissioni elettromagnetiche; c) promuovere la verifica della situazione di esposizione della cittadina a campi elettromagnetici e la compatibilità di tali emissione con la salute dei cittadini alla luce non solo delle previsioni normative ma delle nuove scoperte scientifiche in materia, adottando in ossequio al principio comunitario di precauzione le iniziative che si rendessero ragionevolmente necessarie; d) concordare l’utilizzo di tecnologie meno impattanti in sede di modifica degli impianti già esistenti, come ad esempio i ripetitori a microcelle; e) promuovere iniziative cittadine sul tema dell’elettrosmog attraverso la diffusione di materiale informativo. Questi, sono presupposti indispensabili per mettere a punto un regolamento che vada nella direzione di soddisfare le esigenze della rete di telecomunicazione e nello stesso tempo salvaguardare l’ambiente, il paesaggio e soprattutto la salute dei cittadini. A tal Specchioproposito, Forza Italia e Specchio hanno richiesto l’intervento dei consiglieri di opposizione, attraverso una missiva fattagli pervenire in questi giorni, affinché la questione possa approdare in consiglio comunale, per valutare la possibilità di modificare il regolamento già esistente e reso inefficace dalle sentenze del Tar.

Addì, 24.02.07

FORZA ITALIA

CIRCOLO SPECCHIO

I più letti

Ultimi Commenti