Gricignano / Politica

LSU: Occorre un giudizio politico obiettivo

(Visualizzato 1263 volte)

Nicola TessitoreLa valutazione di Forza Italia e del circolo “Specchio”, per quanto attiene alla vicenda degli LSU in forza al Comune di Gricignano, è stata solo di natura istintiva, abbastanza sommaria e molto distante dal problema reale.

DICENDO CHE SOLO UNA PARTE DEGLI LSU AVREBE RISPOSTO ALL’APPELLO NEL GIORNO DELL’AVVENUTO CONTROLLO AL COMUNE, gli amici di Forza Italia e del circolo Specchio hanno mirato l’amministrazione comunale, e quindi la maggioranza, ma hanno colpito ingiustamente gli LSU. E’ legittimo fare opposizione alla maggioranza anche su una problematica come quella della gestione degli LSU, ma ritengo che non è corretto anticipare i fatti che allo stato sono al vaglio delle autorità inquirenti. L’aspetto procedurale del presunto illecito che sarebbe emerso dall’ultima vicenda locale degli LSU deve essere riservato agli addetti ai lavori e su tale punto ritengo che il contenuto del documento di Forza Italia e del circolo Specchio ha solo tentato di evidenziare tale profilo della vicenda, senza affrontare, anche criticamente, il lato politico del problema in questione, ossia l’aspetto fondamentale.  Ebbene, ritengo che la gestione degli LSU deve in primis ricollegarsi al problema della grave e lunghissima precarietà di questa categoria di lavoratori, a cui bisogna riservare il massimo rispetto e comprensione possibile prima di sputare gratuiti e preconcetti giudizi di condanna. Porterò l’argomento in un’apposita discussione del mio partito, finalizzata a preparare all’uopo utili iniziative politiche insieme alla maggioranza che sosteniamo, ricordando innanzitutto che è giunta l’ora di offrire agli LSU una giusta prospettiva di stabilizzazione, attraverso il soddisfacimento concreto delle esigenze dell’organico del Comune di Gricignano di Aversa e di altri Comuni della Provincia di Caserta, ma soprattutto attraverso i punti legiferati nell’ultima finanziaria, ove è stato programmato tranne se gli atti parlamentari della stessa legge finanziaria non abbiano alla fine adottato una diversa decisione sul punto, L’ASSUNZIONE DI CIRCA 2.500 LSU NEI COMUNI AL DI SOTTO DEI 5.000 ABITANTI, SECONDO LE PRESCRIZIONI DELLA LEGGE 56 ED ANCHE IN DEROGA AI LIMITI ALLE ASSUNZIONI ED ALTRI IMPEDIMENTI LEGISLATIVAMENTE PREGRESSI. Il nostro Comune negli ultimi anni ha dato l’anima alla comunità locale, regionale, nazionale ed internazionale, in termini di sacrificio delle proprie risorse territoriali ed ambientali, e per questo merita la giusta considerazione per quanto riguarda il riempimento di vuoti di organici nella propria macchina comunale. Intanto ricordo che, in attesa della prossima riforma degli ammortizzatori sociali, le autonomie locali, compreso lo Stato Centrale, hanno il dovere di dare una soluzione stabilizzante a tutti gli LSU, EVITANDO , APPUNTO, CHE IL LORO STATO CRONICAMENTE PRECARIO DIVENTI LA COMODA OCCASIONE PER STRUMENTALIZZARE TALE PROBLEMATICA, O PEGGIO, PER FARE DELLO SCIACALLAGGIO POLITICO FUORI LUOGO.

I più letti

Ultimi Commenti