Gricignano / Politica

Gaffe di Froncillo in assise

(Visualizzato 1282 volte)

Carmine FroncilloGRICIGNANO. Il consigliere riferisce alla stampa e in consiglio comunale di un fantomatico “posto in giunta” che il sindaco Lettieri gli avrebbe offerto. Immediata la smentita del primo cittadino: “Non ho parlato nemmeno di maggioranza, figuriamoci della giunta!”.

GRICIGNANO. “Quando avrei offerto a Froncillo un posto nella giunta? Non ho mai pensato nemmeno all’ipotesi di un suo ingresso in maggioranza, figuriamoci nell’esecutivo!”. Al sindaco e assessore provinciale Andrea Lettieri non sono andate giù le dichiarazioni rilasciate alla stampa dal consigliere di opposizione Carmine Froncillo, pronunciate pubblicamente e messe agli atti dallo stesso giovedì sera (21 dicembre) durante la seduta del consiglio comunale. Froncillo, in mattinata, attraverso i giornali, nel parlare della sua adesione al movimento pro-Partito Democratico che fa capo al presidente della provincia De Franciscis, ha commentato il comunicato con cui il sindaco Lettieri accoglieva con favore il suo ingresso nel centrosinistra ma lo invitava a chiarire la sua posizione in assise, dove è indipendente in seno alla minoranza. Secondo lui, però, il sindaco gli avrebbe anche “spalancato le porte del governo locale”. Un’affermazione, quella del primo cittadino, non presente in quel comunicato ma che Froncillo giovedì ha evidenziato, come dicevamo, sia sulla stampa, sia in una dichiarazione messa agli atti del consiglio. Poi, dopo la risposta sopra riportata di Lettieri, Froncillo, supportato da altri colleghi della minoranza, ha fatto “dietrofront” affermando di essere stato “travisato dai giornalisti”, dimenticando però che quell’affermazione sul fantomatico “posto in giunta” l’aveva sottoscritta su una e-mail inviata ai giornali (quindi non detta al telefono ea “rischio travisatura”) e poco prima detta a voce e messa agli atti. E quel documentodi certo non l’avevano scritto i giornalisti.

Per quanto concerne i lavori consiliari, che avevano come unico punto all’ordine del giorno la nomina del nuovo Collegio dei Revisori dei Conti, l’assise ha votato i seguenti tre nominativi: Salvatore Picone (presidente), Pasquale Garofalo (commercialista), Cicchetti (ragioniere).

Al termine, il presidente Giovanni Di Foggia, a nome di tutto il consiglio, ha augurato alla cittadinanza Buon Natale e Felice Anno Nuovo.

I più letti

Ultimi Commenti